Il Wall Connector 3 WiFi di Tesla contro tutti: è il migliore del mercato?

Il Wall Connector 3 WiFi di Tesla contro tutti: è il migliore del mercato?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Di recente Tesla ha rilasciato quello che potrebbe essere il migliore Wallbox per la ricarica casalinga dell'auto elettrica: il suo Wall Connector di terza generazione con WiFi integrato. È davvero il modello top gamma del mercato?

A dircelo è Tom Moloughney, che ha installato il caricatore e lo ha testato accanto ai principali modelli del mercato attuale - pensiamo al Power Max 2 di Bosch o al JuiceBox, importato in Italia da EnelX. Al di là della scheda tecnica, la prima differenza a saltare all'occhio con la concorrenza sono le dimensioni: il nuovo Wall Connector 3 di Tesla è incredibilmente compatto, potremmo definirlo quasi "salvaspazio", un vero oggetto di design estremamente funzionale.

Inoltre sembra che questo nuovo Connector V3 sia anche più leggero rispetto al passato, con una cover frontale in vetro e non di plastica. Tesla è riuscita a ridurre le dimensioni anche diminuendo gli 80-amp del Ver 2 fino a 48-amp, del resto le Tesla non supportano caricamenti ad amperaggio superiore.

Il cavo in dotazione è davvero sottile, più di uno da 32-amp, eppure riesce a gestire perfettamente i 40-amp (e oltre) di Livello 2 EVSE come testato da Moloughney; peccato sia stata ridotta la lunghezza, da 7 metri a 5,4 metri per ottimizzare i costi, e la nuova lunghezza potrebbe non bastarvi. Se prima si riusciva a gestire solo 4 dispositivi in contemporanea, ora il Ver 3 ne supporta fino a 16 gestendoli Wireless. Se poi guardiamo al prezzo, 500 dollari negli Stati Uniti, abbiamo a che fare anche con uno dei Wall Connector più economici del mercato, probabilmente il migliore per rapporto qualità/prezzo e non solo. Ben fatto Tesla.

Quanto è interessante?
3