VW lavora ad un sistema wireless per caricare la Porsche Taycan in 10 minuti

VW lavora ad un sistema wireless per caricare la Porsche Taycan in 10 minuti
di

La transizione dai veicoli con motore a combustione interna a quelli completamente elettrici non comporta soltanto risvolti positivi. Tra gli elementi meno apprezzati delle EV c'è la lentezza in fase di ricarica: se alcuni modelli possono essere caricati fino all'80 percento in poco più di mezz'ora, in altri casi i tempi si allungano parecchio.

Volkswagen sta provando a mettere una pezza a questa problematica attraverso l'Innovation Hub Knoxville di Volkswagen Group of America. Il centro si occupa di ricerca sui materiali applicati, e ha intenzione di espandere sensibilmente i progetti con la collaborazione dell'Oak Ridge National Laboratory (ORNL) e dell'Università del Tennessee.

Con l'unione delle forze dei tre partner si punta ad "esplorare il come integrare le innovazioni nella scienza dei materiali e riciclare concept a supporto della mobilità elettrica e dei sistemi di trasporto sostenibili." Al momento in cantiere c'è un modo per poter ricaricare al meglio le auto elettriche senza cavi e connettori, e per questo si sta cercando di ottimizzare la ricarica wireless di ORNL sulla Porsche Taycan (adesso è disponibile anche la Porsche Taycan Cross Turismo).

Al centro del focus c'è il tentativo di eliminare le interferenze e di pulire le onde elettromagnetiche "positive". I primi test sulla berlina sportiva tedesca sono molto promettenti, e consegnano già un'efficienza del 98 percento: quasi tutta l'energia viene effettivamente raccolta dal veicolo. I partner si stanno interfacciano con il know-how fornito da Volkswagen per provare a portare l'output attuale di 6,6 kW a ben 120 kW. Il traguardo finale è invece rappresentato da un livello di potenza di 300 kW, il quale supererebbe di gran lunga la stragrande maggioranza delle soluzioni a connessione diretta.

"Il Gruppo Volkswagen globale mira a costruire una visione più sostenibile del futuro della mobilità in tutto il mondo, e stiamo mettendo insieme i migliori ricercatori del globo per trasformare ciò in realtà. La co-innovazione con partner come Oakridge National Laboratory e University of Tennessee ci aiuta a moltiplicare la forza del team di innovazione internazionale Volkswagen." Così Nikolai Ardey, direttore esecutivo del gruppo di ricerca presso il Gruppo Volkswagen, ha commentato nel merito dell'argomento.

A quanto pare il colosso tedesco dell'automotive non è l'unico a fare ricerca in questo ambito: l'enorme Tesla Semi potrebbe avere una ricarica wireless di primissima fascia. Si parla infatti di un output compreso tra i 500 kW e 1 MW.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
3