Volvo richiama 200.000 auto diesel per problemi di alimentazione

Volvo richiama 200.000 auto diesel per problemi di alimentazione
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Negli ultimi tempi è toccato soprattutto a Toyota e al Gruppo FCA, per diversi problemi legati agli airbag, oggi invece è il turno di Volvo: avviato un richiamo di 200.000 modelli diesel.

A confermarlo è stato il gruppo Geely, maggiore azionista di Daimler AG, Terrafugia, Lotus Cars e Volvo per l'appunto. Nell'occhio del ciclone ci sono dunque i motori diesel relativi alle serie V40, S60, V60 e tutte le relative versioni Cross Country. I problemi riguarderebbero le tubazioni di alimentazione del carburante, che fessurandosi potrebbero generare perdite nel vano motore. L'azienda sta ancora cercando di stimare un numero esatto di modelli da richiamare, si pensa comunque di arrivare attorno alle 200.000 unità.

Sono del resto coinvolte anche le Volvo V70, XC70, S80, XC60 e XC90 prodotte fra il 2015 e il 2016. Fortunatamente, come riportato da Volvo stessa, al momento non si è registrato alcun incidente collegato direttamente alla problematica, i proprietari delle auto però sono già stati contattati e invitati a portare la loro vettura nelle officine del marchio, dove i meccanici risolveranno il problema nel minor tempo possibile e senza alcuna spesa per il cliente, ovviamente. I motori diesel sono dunque protagonisti di un nuovo richiamo di massa, nel momento forse peggiore per il povero gasolio, demonizzato su ogni fronte.

Quanto è interessante?
0