Volkswagen perde la Class Action di Altroconsumo: migliaia di utenti verranno risarciti

Volkswagen perde la Class Action di Altroconsumo: migliaia di utenti verranno risarciti
di

Non è raro vedere partire una nuova Class Action contro una determinata azienda per i motivi più disparati, molte di queste richieste però cadono del dimenticatoio e nel “nulla di fatto”. Una Class Action portata avanti da Altroconsumo contro Volkswagen però è appena andata a segno.

La celebre casa tedesca è chiamata a risarcire migliaia di clienti italiani, tedeschi, spagnoli e americani per via dell’ormai datato Dieselgate - che però continua a essere tremendamente d’attualità. Il brand teutonico dovrà erogare risarcimenti che superano i 200 milioni di euro. Iniziata nel 2017, la Class Action portata avanti dal network Euroconsumers è finalmente arrivata alla sua conclusione, con la sentenza che ha determinato un risarcimento fino a 3.000 euro per chi possiede una Volkswagen - in particolare tutti quei clienti che hanno acquistato una vettura VW fra l’agosto del 2009 e il settembre del 2015.

63.037 utenti nello specifico potranno ricevere fino a 3.300 euro per danni patrimoniali e non, con Volkswagen che dovrà anche risarcire le spese legali e i diritti di pubblicità. Questo per aver installato a bordo delle sue auto (sui motori 2.0 TDI EA 189) un software risultato poi non a norma di legge, capace di ridurre o eliminare le emissioni di NOx in fase di omologazione. Ora l’azienda, che ha accettato la sentenza, ha dichiarato di voler contattare tutti i proprietari dei modelli coinvolti, che nello specifico sono il Maggiolino, la Golf VI 2008-2012, la Passat VII 2010-2014, la Sheran, la Touran e la Tiguan 2007-2015, tutte versioni Euro 5.

Se sospettate di essere un utente meritevole di risarcimento, potete controllare la data di immatricolazione e il motore della vostra vettura sul libretto di circolazione.

Quanto è interessante?
7