Volkswagen ha montato il motore della E-Golf su questo bus Type 2 del 1972

Volkswagen ha montato il motore della E-Golf su questo bus Type 2 del 1972
di

I minibus di Volkswagen sono semplicemente iconici, rappresentano alla perfezione un'era: quella degli anni 70, dell'America degli hippy e dei viaggi coast to coast a caccia delle meraviglia del mondo. Non stupisce che qualcuno a più riprese li voglia riportare in auge sfruttando le nuove possibilità date dall'elettrificazione.

Volkswagen fino ad adesso si è dimostrata più che disponibile ad accontentare i desideri del fan. Prima ancora dell'I.D. 3 la sigla che identifica la nuova famiglia di elettriche del brand tedesco era stata usata per l'ID Buzz. Ve lo ricordate? Un oncept di minivan elettrico che riprendeva l'animo e le linee del furgoncino Bulli, salvo rimaneggiarle sapientemente in chiave moderna. Con quel design eccessivo, arricchito da LED e griglie minimal, che ormai siamo abituati a trovare su moltissime delle EV (di produzione o meno) uscite fino ad adesso.

Un esperimento, che forse nasconde un prodotto reale. Sta di fatto che Volkswagen ha dato prova di un certo amore per il gioco con il suo passato e il suo futuro.

Oggi tocca ad un'altra gloria del passato, questa volta non rimaneggiata ex novo, ma restaurata partendo da un modello originale. Eh già, perché VW ha deciso di collaborare con EV West per regalare una nuova vita al Type 2 del 1972, bus simbolo dell'era Hippie.

Per il motore è stato scelto quello della e-Golf del 2017, primo esperimento di elettrificazione di VW. Della e-Golf si è parlato recentemente, come termine di comparazione rispetto ai costi di produzione della I.D. 3.

Questo connubio tra Type 2 e e-Golf ha un'autonomia di 200Km grazie a pacchetto batterie da 35.8kWh. Il motore, come detto, è il 100kW della e-Golf: 134CV.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
2