Volete auto elettriche con più autonomia? Inquinano troppo, lo studio

Volete auto elettriche con più autonomia? Inquinano troppo, lo studio
di

Per molti automobilisti il vero limite delle nuove auto elettriche è sicuramente il prezzo, per tanti altri invece lo scoglio da superare è la scarsa autonomia. Aumentare i chilometri a disposizione però significa utilizzare batterie più grandi, cosa che farebbe aumentare le emissioni di CO2 - proprio ciò che le elettriche dovrebbero evitare.

Questo meccanismo non è certo una novità, a dirlo ora in modo scientifico è però uno studio del Transport Research Laboratory (TRL) relativo allo scorso anno e pubblicato adesso su Autocar. Se solo il 50% degli utenti intervistati passerebbe a un'elettrica con 320 km di autonomia, saltiamo al 90% con 480 km a disposizione. Per questo motivo sempre più produttori stanno cercando di installare a bordo batterie più grandi per andare incontro ai desideri dei clienti, questo però vanifica tutti i vantaggi che la mobilità elettrica dovrebbe portare.

Una batteria agli ioni di litio più grande, magari da 100 kWh o da 120 kWh, farebbe sicuramente lievitare il prezzo finale dell'auto, inoltre andrebbe ad aumentare in maniera sostanziale il peso della vettura, aumentando così il fabbisogno di energia. Diminuendo l'efficienza, si spende di più in termini energetici, il che significa più ricariche, più CO2 utilizzata durante il ciclo vitale di una BEV.

Il tema non è nuovo, tempo fa Mazda ha spiegato i motivi per cui la sua MX-30 ha una batteria da "solo" 35,5 kWh e 200 km di autonomia. Un accumulatore più grande andrebbe a consumare sul lungo periodo come un grosso motore diesel, tradendo dunque lo spirito delle auto elettriche, nate per non inquinare.

Cosa fare dunque? Difficilmente l'industria si piegherà al bene dell'ambiente, aziende come Polestar credono fermamente che un'auto elettrica debba avere almeno 480 km di autonomia per essere competitiva. Mazda è tra le poche a scegliere batterie ridotte per tenere a freno l'impatto ambientale, siamo noi utenti che abbiamo la parola finale con le nostre scelte sul mercato. Cosa ne pensate?

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
2