di

Del Tesla Cybertruck abbiamo parlato in abbondanza dopo la sua presentazione lo scorso novembre, qualcuno però ha sottolineato come la migliore arma del pick-up elettrico sia passata in sordina, pur essendo davanti i nostri occhi per tutto il tempo: l'acciaio inossidabile.

A dirlo è un nuovo video del canale YouTube Nikola Garage, che vede in questa scelta un decisivo ritorno al passato per l'industria automotive - in senso positivo. L'acciaio inossidabile con cui il Tesla Cybertruck viene costruito (o almeno il suo prototipo pubblico, sappiamo che questo elemento potrebbe avere non pochi problemi per l'omologazione del Cybertruck in Europa) è non solo resistente, è anche esente dalla possibilità di arrugginire.

Tesla avrebbe dunque costruito una vettura che non può sviluppare ruggine e quasi nessuno se n'è accorto in prima istanza, badando magari alla resistenza del materiale e all'esoscheletro della vettura, ingegnerizzato da Tesla partendo da zero. Già in passato Elon Musk e soci hanno avuto non pochi problemi con la ruggine delle auto Tesla, scoperta sotto i sedili o appena dietro le ruote, zone sensibili al sale delle strade e altri elementi corrosivi.

Con il Cybertruck l'azienda californiana potrebbe aver messo la parola definitiva sulla questione, un mostro della strada pressoché indistruttibile, come pochissimi altri veicoli al mondo - e forse proprio per questo a rischio omologazione. In ogni caso per la sua uscita c'è ancora tempo, vedremo cosa accadrà entro il 2022.

Quanto è interessante?
1