In vendita una monovolume da corsa: la bizzarra Peugeot 806 Procar

In vendita una monovolume da corsa: la bizzarra Peugeot 806 Procar
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La metà degli anni 90 furono un periodo folle per le competizioni, un modello derivato strettamente dalle stradali vinceva a Le Mans e le case automobilistiche francesi si sfidavano a colpi di monovolume da competizione. Avete letto bene, anzi, se siete attratti dagli oggetti stravaganti abbiamo l'occasione che fa per voi.

Un'astuta mossa di marketing o pura follia? Ancora la risposta non è chiara, fatto sta che Peugeot progettò per la 24 Ore di Spa del 1995 una 806 da gara. La competizione allora era legata alla categoria turismo e non a vetture come le odierne GT3. La casa francese aveva già disputato l'evento con le 309 e 405 Super Touring e non era nuova a follie simili, negli anni 80 aveva disputato alcuni rally destinati alle Gruppo B con la 504 Pick-Up.

La 806 nacque da una joint-venture tra PSA e Fiat, destinate ora ad unirsi nel gruppo Stellantis. La grossa monovolume era infatti prodotta negli stabilimenti francesi Sevel a fianco delle sorelle Fiat Ulysse, Lancia Zeta e Citroën Evasion. Si trattava di una delle monovolume più vendute in Europa ma anche della cosa più lontana rispetto ad una vettura da corsa.

Peugeot la preparò spogliando completamente gli interni, sostituendo il sedile del guidatore con uno sportivo, e montando roll-bar un po' ovunque per aumentare la rigidità del telaio. Stranamente le pesanti portiere scorrevoli non furono sostituite. Il 2.0 litri da 147 CV di serie fu sostituito dal propulsore della 405 Super Touring, capace di erogare 260 CV.

La 806 Procar non andò male in qualifica, il trio Eric Bachelart, Philip Verellen, e Pascal Witmeur fece segnare il dodicesimo tempo, terzo nella classe di appartenenza. A rovinare la sua avanzata trionfale in gara furono i continui problemi ai freni ed infine un guasto al motore. Quando si ritirò, alla nona ora, la 806 era quinta nella sua classe. Witmeur ha un bel ricordo della gara: “Ogni volta che passavamo alla Raidillon, la gente applaudiva [...] Al pubblico piaceva perché, oltre ad essere atipica, era spesso su due ruote.”

Ora sta a voi, anziché una Peugeot 3008 Plug-In Hybrid perché non prendere la 806 Procar? La vettura è ora in vendita presso il concessionario belga Gipimotor. Il prezzo non è stato dichiarato. (immagini Gipimotor)

FONTE: GTPlanet
Quanto è interessante?
1
PeugeotPeugeotPeugeotPeugeot