Un utente Tesla punisce chi occupa il Supercharger senza ricaricare: il video

Un utente Tesla punisce chi occupa il Supercharger senza ricaricare: il video
di

Diciamolo francamente, occupare uno stallo di ricarica con una vettura termica è odioso e per nulla rispettoso nei confronti degli utenti elettrici, lo stesso però vale per gli utenti di EV che occupano la colonnina senza connettersi alla rete. In Cina c’è qualcuno che si diverte a “punire” questi utenti irrispettosi.

Partiamo dalle basi. Gli stalli di ricarica non sono parcheggi qualsiasi, sono spazi riservati a chi ha necessità di ricaricare la propria batteria, non sono destinati a qualsiasi auto elettrica. Se non si ha bisogno di connettere la vettura alla rete allora è fondamentale lasciare il posto a qualcun altro, in tutto il mondo però c’è sempre qualche furbetto che tenta di farla franca e di trasformare gli stalli in parcheggi riservati

Ebbene in Cina qualcuno ha iniziato a “punire” questi furbetti: il fenomeno accade anche fra gli utenti Tesla ai Supercharger che - come saprete - permettono alla colonnina di dialogare direttamente con la vettura. Basta avvicinare il bocchettone di ricarica alla vettura perché questa apra lo sportellino e permetta la connessione alla rete di ricarica. Chiunque, dunque, può connettere una Tesla a un Supercharger, non c’è bisogno di tessere o di app: in questo modo la ricarica parte e, se la batteria è già piena, al cliente vengono applicate le sanzioni relative all’occupazione dello stallo.

In Cina (ma c'è qualcuno che ha iniziato anche negli USA) è così comparso questo “vendicatore” che punisce i furbetti della ricarica, i quali magari la prossima volta cercheranno un posto libero anziché occupare in modo inappropriato un Supercharger… A tal proposito Elon Musk sta per portare il Magic Dock sui suoi Supercharger, ampliando così la compatibilità…

Quanto è interessante?
2