L'uomo più ricco d'Asia prepara investimenti pazzeschi sulle auto elettriche

L'uomo più ricco d'Asia prepara investimenti pazzeschi sulle auto elettriche
di

Il magnate indiano Mukesh Ambani ha appena fatto sapere di voler rinvestire nell'energia rinnovabile 750 miliardi di rupie: una cifra equivalente a circa 8,5 miliardi di euro. La strategia durerà tre anni, e segnerà un altro passo importante nell'abbandono dei combustibili fossili.

Agendo tramite la compagnia Reliance Industries Ltd., che ottiene il 60 percento dei suoi guadagni dalla raffinazione del petrolio e dalla composizione di prodotti petrolchimici, il miliardario stanzierà 600 miliardi di rupie in giganteschi stabilimenti in grado di produrre moduli per lo sfruttamento dell'energia solare, di sviluppare la tecnologia delle fuel cell a idrogeno e di costruire enormi pacchi batterie per lo stoccaggio energetico. Ulteriori 150 miliardi di rupie verranno al contempo devoluti nella catena di valore e in altre collaborazioni, e l'impatto sul settore automobilistico potrebbe non essere da poco.

In effetti il miliardario di Mumbai, il più ricco d'Asia, pare goda di ricavi annuali per 63 miliardi di dollari, ed è possibile che una mossa del genere spinga colossi come Exxon Mobil Corp. o TotalEnergies a fare lo stesso per porsi in linea con le richieste dei vari governi sul tema ambientale.

In merito alla questione si è espresso Horace Chan, analista del settore energetico in forze presso Bloomberg Intelligence:"Reliance si sta ramificando verso un business completamente nuovo. Questo solleva preoccupazioni sull'eventualità che questo tipo di investimento possa generare ritorni accettabili a un periodo di forti ricavi, dato il tempo necessario ad acquisire know-how tecnologico e a cercare partner strategici."

Avviandoci a chiudere sfiorando il tema delle fuel cell a idrogeno menzionate in apertura, al momento a puntarvi sono soprattutto brand come Hyundai (quasi pronto un bolide da 816 cavalli) o Toyota (che vuole immettere l'elemento nei motori tradizionali), mentre Elon Musk di Tesla ritiene il sistema di alimentazione una perdita di tempo. Ambani però ci crede sul serio, ma nello specifico non conosciamo le eventuali modalità di azione in tal senso.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
3