di

La notizia che stiamo riportarvi ci ha colpito immediatamente per due motivi che adesso andremo a spiegare. Il primo è palese, e riguarda la facilità con la quale è possibile che un malintenzionato si avvicini ad un'auto che presume sia stata lasciata aperta per rubarla o magari per accaparrarsi degli oggetti presenti all'interno dell'abitacolo.

Il secondo invece concerne quello che sembra essere un errore di sistema, o se non altro una scelta precisa che probabilmente ha bisogno di rettifica, ma adesso andiamo per gradi. Dando uno sguardo al breve video è possibile notare una Tesla Model 3 parcheggiata e con le portiere bloccate, come ci viene detto alla fine delle riprese, mentre il proprietario è all'interno dell'abitacolo in attesa.

Improvvisamente, grazie alle telecamere della Modalità Sentinella, vediamo avvicinarsi un individuo, che arriva dal lato posteriore dell'auto e prova ad aprirne una portiera la quale si è sbloccata con il semplice utilizzo della maniglia dal lato esterno. Una volta che il tizio si è accorto del fatto che all'interno della macchina ci fosse una persona ha poi provato a spiegare il suo gesto o più semplicemente a trovarsi velocemente un alibi, ma a causa della musica e del commentario di sottofondo, non possiamo sapere cosa sia stato detto esattamente durante il breve scambio.

Quello che è certo è la facilità con la quale è stato possibile aprire la portiera. Secondo quanto riporta il proprietario della EV, anche se quest'ultima è chiusa, basta poggiare banalmente il piede sul pedale del freno per far sì che le serrature si sblocchino automaticamente. E' proprio quello che è successo nella situazione appena verificatasi, rendendo facile a chiunque l'accesso alla vettura e rimuovendo parte della sicurezza dei passeggeri al suo interno.

In questo momento non sappiamo se si tratti di una falla del sistema o di una scelta ponderata, ma quello che è certo è che molti proprietari delle elettriche di Tesla stanno cominciando a chiedere a gran voce la risoluzione di questa possibile problematica, e non a torto diremmo.

Nel frattempo, per concludere, pare sia stato scoperto che la Model 3 sia pronta per la tecnologia V2G anche se Tesla non lo ha rivelato in via ufficiale: ecco tutti i dettagli. Infine, per restare all'interno della casa californiana, vi rimandiamo a un recente furto di una Model 3, finito poi malissimo (o benissimo) perché il proprietario l'ha bloccata da remoto.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1