di

Progettata dal designer architetto Ermanno Cressoni in collaborazione con Antonio Piovano, la Fiat 500 dal 1992 al 1998, e fino a non troppi anni fa, è stata conosciuta principalmente per quello che non era, ovvero una Fiat 500.

Principalmente criticata per il suo design, decisamente diverso dalle forme rotonde e aggraziate della controparte, la Cinquecento “cin-cin era però decisamente più funzionale della vettura di Giocosa e, oltretutto, dal costo molto più abbordabile. Oggi, per queste vecchie glorie del passato non c’è più molto spazio, ma Stefano Repetto, meccanico di Busalla, comune della città di Genova, è riuscito a dare nuovo lustro alla (non) famosa quattroruote, riportandola, per quanto decisamente modificata, sul “campo di battaglia”.

Non più il semplice motore Fiat ma, come si può sentire in video, un Suzuki 4 cilindri della Hayabusa con 223 CV, disponibili da 9.200 a 11.800 giri, soglia a cui è stato impostato il limitatore. Nuove sono anche le sospensioni, ora a triangoli sovrapposti, e anche la posizione del motore, non più sull’anteriore, ma spostata verso il centrale-posteriore della vettura. Il telaio stesso ha subito importanti lavori: riprogettato da un ingegnere, dal cofano fino al passaruota è stato rifatto in resina di carbonio con importanti modifiche sulle forme, lasciando inalterati soltanto i gruppi ottici.

FONTE: motor1.com
Quanto è interessante?
2

Le Offerte e le parti di ricambio per Auto e Moto in offerta su Amazon.it.