di

La Lamborghini Aventador Ultimae è la versione finale della supercar di Sant’Agata Bolognese, che per più di 10 anni ha infiammato i cuori degli appassionati. L’hanno costruita in un’edizione limitata di 500 pezzi, 350 dei quali in versione coupé e 250 roadster, ma l'esemplare finale della Ultimae sarà ancor più speciale e verrà messo all’asta.

In realtà l’Aventador è stata richiamata dalla pensione, dopo il disastro della nave Felicity Ace affondata nell’Oceano Atlantico con a bordo tantissime supercar, tra le quali le Ultimae pronte per essere consegnate ai clienti. Lamborghini ha quindi riaperto la produzione per sostituire le unità perse, e dopo averle consegnate arriverà il momento di mettere in vendita l’ultimissimo esemplare, che verrà offerto insieme ad un NFT (not-fungible token).

L’auto è caratterizzata da una verniciatura speciale che dalla tinta blu del frontale, sfuma alla tinta nera del posteriore. Inoltre colui che riuscirà ad aggiudicarsi l’auto avrà l’opportunità di dare uno sguardo in anteprima ai prossimi modelli del brand, potrà visitare privatamente il museo Lamborghini e avrà diritto ad una chiacchierata con Steve Aoki e Krista Kim.

A livello tecnico l’auto non apporta alcuna modifica rispetto alle altre Ultimae, ma la casa ribadisce che questo esemplare sancirà la fine ufficiale del motore V12 puro, quello non affiancato a componenti elettrificati. Ricordiamo infatti che l’erede dell’Aventador sarà una supercar ibride, ma la casa bolognese ha confermato che si tratterà di un modello plug-in hybrid (PHEV).

Prima di chiudere ci teniamo a ricordare che il prossimo 12 aprile Lamborghini presenterà una nuova variante della Huracan, probabilmente la versione JV Stradale.

Quanto è interessante?
1