Uber devastata dal COVID-19: si riparte con le biciclette elettriche

Uber devastata dal COVID-19: si riparte con le biciclette elettriche
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il Coronavirus sta spianando la strada alle biciclette un po' in tutto il mondo, diciamo pure a tutta la micromobilità, che comprende anche monopattini elettrici e monoruota. Anche Uber, società esperta nel catturare i trend, vuole convertirsi alle due ruote elettriche.

L'azienda è stata colpita duramente dalla pandemia globale di COVID-19, sono stati infatti licenziati 3.700 dipendenti e l'AD non prenderà stipendio fino alla fine del 2020. Una crisi nera che ha spinto Uber ad accelerare sulle bici elettriche. Già tempo fa la compagnia aveva stretto una partnership con Alphabet (ovvero Google) e Bain Capital per investire in Lime, start-up famosa per lo sharing dei monopattini elettrici, delle biciclette e degli scooter.

Nonostante la valutazione della compagnia sia ora dimezzata rispetto a un anno fa, Uber ha intenzione di potenziare i servizi, non a caso Lime ha appena acquistato Jump, la divisione Uber relativa alle bici elettriche, così che all'interno dell'app "delle auto nere" si possano avere anche altri veicoli a "uso singolo" e del tutto green, a zero emissioni. Speriamo solo che le bici elettriche di Uber si espandano in tutto il mondo, Italia compresa.

Nel frattempo vi ricordiamo che anche in Italia si inizia a parlare di micromobilità in modo massiccio, con il governo prossimo a lanciare il Bonus Bicicletta e Monopattino 2020.

FONTE: Repubblica
Quanto è interessante?
2