INFORMAZIONI SCHEDA
di

A quanto pare Fast and Furious ci ha mentito: il compressore montato sulla Dodge Charger di Dominic Toretto nel primo film del noto franchise era in realtà un trucco di scena.

Ce lo rivela Craig Lieverman, technical advisor della pellicola del 2001. Adesso che l'uomo è uscito fuori dalla sfera d'influenza del Grande Cinema, ha deciso di parlare schiettamente ai fan della intramontabile saga fornendo l'interessante scoop. Lo ha fatto tramite il suo canale YouTube, dove spiega e sfata i miti sulla Dodge Charger del 1969 guidata da Dominic Toretto (Vin Diesel).

Vi sorprenderà e deluderà anche il fatto che si trattasse di una Charger del '70 con pezzi provenienti dal modello del '69, e che l'enorme compressore che spunta fuori dal cofano non è l'unica parte "romanzata". Infatti la Charger monta effettivamente un V8 soltanto nella scena in cui Dom mostra per la prima volta il bolide a Brian (Paul Walker) all'interno del garage. Una volta terminate quelle specifiche riprese il motore fu rimosso, e al suo posto venne collocato un propulsore più modesto con il falso turbocompressore utile a registrare le scene movimentate.

Un'altra batosta che ci ha arrecato è rappresentata dal fatto che la macchina non era capace di eseguire un'impennata e fare un burnout contemporaneamente, e quindi gli stuntman l'hanno equipaggiata con barre idrauliche, e in post produzione sono stati aggiunti gli effetti di fumo per rendere possibile l'impossibile.

Nel frattempo sono finite all'asta gran parte delle vetture appartenute al compianto Paul Walker, uno dei protagonisti della saga automobilistica. Una delle sue BMW M3 è stata battuta a un prezzo record, e la Nissan 370Z della quinta iterazione è diventata la più costosa mai venduta.

FONTE: motortrend
Quanto è interessante?
3