INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il test dell'alce è molto famoso negli Stati Uniti. Consiste in una prova alla quale vengono sottoposte gran parte della auto, le quali devono saper affrontare frenate e sterzate brusche, come ad emulare l'intento di evitare un alce in fase di attraversamento della carreggiata.

La Toyota RAV4 affrontò la sfida lo scorso settembre con pessimi risultati perché il sistema di controllo della stabilità si attivò in ritardo. La casa giapponese ha sistemato il problema tramite un recente aggiornamento software, e Teknikens Värld ha voluto avere una conferma pratica.

Toyota ha quindi ricalirato il Vehicle Control system, che adesso permette di frenare in modo più pesante tenendo al contempo il crossover piantato atterra nonostante le aspre manovre evasive. Teknikens Värld ha quindi approvato il comportamento a 72 km/h, che è una velocità persino maggiore di quella utilizzata per il test precedente (68 km/h).

I miglioramenti sono molto apprezzati, soprattutto perché riguardano la sicurezza, che è un elemento al quale i consumatori guardano con estrema attenzione in fase d'acquisto di una nuova vettura. Entro la seconda metà del 2020 Toyota dovrebbe rilasciare l'aggiornamento per tutti i clienti che lo richiederanno, senza alcun bisogno di ritirare in fabbrica le RAV4.

La compagnia dovrà però ritirare, assieme a Honda, circa 6 milioni di veicoli per problemi agli airbag. E' una bella mazzata anche per uno dei produttori più grossi al mondo, che però punta a recuperare tramite una nuova Toyota Yaris Hybrid che promette faville.

FONTE: https://www.motor1.com/news/395903/toyota-rav4-passes-moose-test/
Quanto è interessante?
1