Toyota prova le batterie allo stato solido: la rivoluzione sta per arrivare

Toyota prova le batterie allo stato solido: la rivoluzione sta per arrivare
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Da quasi due decenni a questa parte Toyota ha cominciato ad investire seriamente sullo sviluppo di veicoli mild hybrid e plug-in hybrid, e in effetti per un bel po' la casa giapponese ha quasi avuto il monopolio per questi tipi di alimentazione.

Quando però pochi anni fa è arrivata l'ondata di elettrificazione completa il brand non è mai parso convinto che quella fosse l'unica via da percorrere, e ha continuato a scommettere sull'ibridazione e sulle fuel cell a idrogeno (FCEV).

Adesso invece pare che Toyota stia rimondando alla grande sui concorrenti attraverso investimenti importantissimi in ricerca e sviluppo in merito alla tecnologia delle batterie. Ad oggi la stragrande maggioranze delle celle funziona attraverso il classico sistema agli ioni di litio (l'eccezione è il litio-ferro-fosfato di Tesla), ma non è detto che resti in circolazione per molto.

Come tutti sanno, questo tipo di batteria ha sia pregi che difetti. I primi li possiamo racchiudere nell'affidabilità, nella longevità e nel perfezionamento che le unità hanno ricevuto nel corso del tempo, i secondi invece sono incarnati essenzialmente da un peso eccessivo per kWh di capacità e di tempi di ricarica piuttosto lunghi per le vetture più grosse.

Il prossimo grande passo in avanti sarà probabilmente rappresentato dalle batterie allo stato solido, le quali vanno proprio ad incrementare notevolmente la densità energetica e ad assottigliare incredibilmente i tempi di attesa alla colonnina.

Proprio in questo campo pare che Toyota stia andando fortissimo, ed è sorprendente l'avvistamento di un prototipo con batterie allo stato solido sulle strade pubbliche. Già nell'agosto del 2020 la casa ricevette l'approvazione ai test in strade di veicoli con batterie allo stato solido, e negli ultimi giorni ha finalmente potuto realizzare l'impresa: quello visibile nelle due immagini in calce è uno step fondamentale che porterà le nostre auto prive di motore termico a diventare sia più leggere che ampiamente più pratiche.

Di recente anche il Regno Unito ha capito che bisogna puntare sulla tecnologia allo stato solido, e infatti è appena stata messa in atto una enorme sinergia per l'industrializzazione di queste batterie: partecipano ben sei compagnie e due università britanniche.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
1
ToyotaToyota