INFORMAZIONI SCHEDA
di

Non è uno scherzo: mentre ci apprestiamo a festeggiare il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna, Toyota ha in programma di portare sul nostro satellite un veicolo entro il 2029 con l'aiuto della JAXA, l'agenzia spaziale giapponese.

Il Rover Lunare Toyota sarà alimentato a Fuel Cell a idrogeno ed elettricità, sarà lungo 6 metri, largo 5,2 e alto 3,8, per uno spazio abitabile di 13 metri cubi. È stato mostrato in video e nelle immagini in calce.

I primi rendering mostrano un sistema di movimento a tre assi e sei ruote, ma il vicepresidente di Toyota Shigeki Terashi afferma che ci sono così tanti requisiti di ordine tecnico per realizzare un mezzo del genere, che probabilmente risulterà molto diverso nei progetti finali.

Sarà in grado di trasportare sul suolo lunare da due astronauti a un massimo di quattro, nei casi di emergenza. L'autonomia complessiva ammonterà a ben 10.000 km e i piani sono di raggiungere i 1.000 km di autonomia per ogni rifornimento di idrogeno. Inoltre sarà anche dotato di guida autonoma per esplorare intere aree della Luna in completa libertà.

Il rover di Toyota, oltre alle pile a combustibile a idrogeno, disporrà anche di batterie, pannelli solari e di un sistema di recupero dell'energia. Il tutto per garantire l'autonomia nonostante l'alternanza di due settimane di luce e due settimane di buio durante la rotazione della Luna attorno al proprio asse. La casa automobilistica giapponese ha addirittura pensato di riutilizzare l'acqua prodotta dalla reazione tra l'idrogeno e l'ossigeno per i sistemi di raffreddamento o addirittura per l'idratazione degli astronauti.

L'idea ultima è quella di trasformare la Luna in una sorta di base, con la collaborazione della Stazione Spaziale Internazionale e della piattaforma orbitale Gateway, per poi in futuro raggiungere addirittura il suolo marziano.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1