Toyota GR Yaris: saliamo a bordo della sorprendente sportiva compatta

Toyota GR Yaris: saliamo a bordo della sorprendente sportiva compatta
di

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo appreso parecchie informazioni sulla nuova Toyota GR Yaris. In tal senso l'elemento più importante concerne sicuramente le sue performance, in quanto risultano essere davvero eccellenti nonostante le dimensioni compatte.

La piccola sportiva giapponese dimostrò grinta e carattere già a novembre, quando con una prova in strada si scoprì che la vettura potesse scattare da 0 a 100 km/h in un tempo inferiore a quello dichiarato. Pochi giorni dopo un altro esemplare di GR Yaris fu posto su un dinamometro, il quale evidenziò una potenza effettiva più elevata di quella condivisa dal produttore stesso. Infine appena due giorni fa i ragazzi di km77 hanno preso una terza GR Yaris per metterla sotto torchio col terribile test dell'alce: pure in questa situazione di stress, la macchina ha sorpreso tutti ancora una volta portandosi a casa un risultato stratosferico per una compatta.

Adesso però Mr. JWW ha voluto aggiungere la sua opinione nel merito di un modello il quale sta facendo incetta di apprezzamenti entusiastici, per i quali gli ingegneri Toyota non possono che essere soddisfatti. Per Mr. JWW l'aspetto più entusiasmante della GR Yaris è il semplice fatto che esista. Toyota è una compagnia che può anche non giustificare la creazione di una variante speciale di Supra per via dei costi, ma al contempo prende una hatchback e la omologa per un evento rally il quale oramai non esiste più. In effetti la GR Yaris è la riprova che all'interno del brand c'è un team di ingegneri con la passione per i motori, il quale richiede budget per progetti come questo.

Tale caratteristica potrebbe essere una di quelle che hanno portato Toyota a essere la casa automobilistica più googlata del 2020: si è presa la prima posizione in ben 55 Paesi superando una BMW in pesante calo di interesse. Per chiudere guardando al futuro del marchio giapponese, crediamo che a brevissimo potremmo assistere a presentazioni di nuovi modelli elettrici in pompa magna, magari dotati delle nuove batterie allo stato solido capaci di caricarsi in 10 minuti.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1