di

Diamo a Cesare quel che è di Cesare: sul mercato non c’è niente di paragonabile alle GR Yaris. La piccola peste di Toyota è stata una boccata d’aria fresca nel mondo dell’automobilismo, rispolverando il concetto di vettura piccola ma velocissima. Con i suoi 261 CV di serie è un bel peperino, ma questa è diventata una belva.

Questo esemplare è stato realizzato da un’azienda inglese che porta il nome di Severn Valley Motorsport, ma la sua messa a punto non è ancora terminata ufficialmente, in quanto si tratta ancora di un mezzo laboratorio su cui testare ulteriori soluzioni. Allo stato attuale però può erogare fino a 500 CV utilizzando benzina racing (un risultato raggiunto anche sulla GR Yaris arancione di questo preparatore australiano), che diventano “soltanto” 450 CV con il carburante tradizionale.

Le modifiche al propulsore non sono state nemmeno così invasive e c’è ancora del margine di miglioramento, ma aprendo il cofano troviamo un nuovo condotto dell’airbox maggiorato costruito in fibra di carbonio, un nuovo impianto di scarico sportivo (a proposito, sentite il sound della GR Yaris con lo scarico di Akrapovic) e un inedito turbo ibrido.

Con delle prestazioni pressoché raddoppiate, anche il comparto dinamico non poteva rimanere di serie, quindi le sospensioni sono state sostituite con unità regolabili della BC, mentre l’impianto frenante gigantesco adotta quattro dischi in materiale carbo-ceramico da 400 mm con pinze Brembo a 6 pistoni all’anteriore e 4 al posteriore, originariamente studiato per essere adottato su una Nissan GT-R, e non su una piccola bomba come questa. I cerchi sono della OZ Racing e calzano pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2.

All’interno dell’abitacolo le modifiche sono invece poche ma rilevanti. Il divanetto posteriore è stato eliminato per ridurre il peso, mentre i sedili di serie sono stati rimpiazzati da delle unità Recaro CS Sportster più leggeri e avvolgenti, e posizionati più in basso rispetto al modello di serie, caratterizzato da una guida piuttosto alta.

Il bello di quest’auto arriva però quando la si mette in moto e la si lancia per le strade inglesi, ma questo lo dovete vedere voi stesso avviando il video. Buona visione.

Quanto è interessante?
2