Le auto elettriche possono avere il cambio manuale? Lo ha creato Toyota

Le auto elettriche possono avere il cambio manuale? Lo ha creato Toyota
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Le auto elettriche non hanno il cambio: basta accelerare per avere un graduale aumento della velocità e per molti è un assoluto vantaggio. Sappiamo però quanto gli appassionati siano ancora legati al cambio manuale, motivo per cui Toyota ne ha sviluppato uno per EV.

Il cambio manuale sta pian piano scomparendo (MINI dice che il cambio manuale è ufficialmente morto), con gli automobilisti sempre più abituati alla comodità del cambio automatico, soprattutto in città. Con le elettriche lo switch sarà del tutto naturale, visto che sono auto che non prevedono proprio un cambio. Spesso gli EV hanno un singolo rapporto, al massimo arrivano ad averne due per ottimizzare le prestazioni, il cambio in ogni caso è automatico e impercettibile. Toyota però non vuole abbandonare gli appassionati duri e crudi del cambio manuale, motivo per cui ne ha creato uno per BEV - anche BMW sta lavorando a un cambio manuale per auto elettriche sportive. Ma come funziona esattamente?

Ovviamente non dovete immaginare un reale cambio meccanico, come detto sopra le auto elettriche non ne hanno bisogno. Toyota ha in ogni caso aggiunto un pedale della frizione e un box a 6 rapporti connesso a diversi sensori. Questi sensori rilevano il movimento di leva e pedale per simulare il comportamento di un’auto termica in maniera ovviamente artificiale, con la coppia erogata dal motore elettrico che si comporta di conseguenza - ricreando così l’esperienza di una vettura ICE con cambio manuale.

A completare il tutto abbiamo anche dei suoni artificiali che escono dagli speaker dell’auto, ormai un “vecchio trucco” utilizzato da tantissimi produttori, da BMW a Ford, passando ovviamente per Abarth e la sua 500 elettrica con speaker esterno incorporato.

Per molti di voi un tale sistema può sembrare del tutto superfluo, bisogna però pensare che a partire dal 2035 non si potranno più acquistare nuove auto termiche, inoltre già a partire dal 2030 molti produttori potrebbero smettere di produrre auto inquinanti. Sistemi di questo tipo permetteranno agli appassionati più incalliti di provare le sensazioni “termiche” anche su vetture a zero emissioni, anche se probabilmente solo una piccolissima nicchia sarà disposta a scendere a tale compromesso. Ricordiamo in ogni caso che le auto termiche potranno continuare a circolare ancora per decenni (per Stellantis le auto termiche esisteranno fino al 2050), finché - in sostanza - i loro motori funzioneranno, non si arriverà a un ban delle auto circolanti, dunque gli appassionati di motori possono dormire ancora parecchi sonni tranquilli. Inoltre c’è il capitolo e-fuel ancora del tutto aperto, i motori tradizionali non moriranno facilmente...

Le auto elettriche possono avere il cambio manuale? Lo ha creato Toyota