Toyota costruirà una città sperimentale con 2000 residenti: ammesse solo auto senza pilota

Toyota costruirà una città sperimentale con 2000 residenti: ammesse solo auto senza pilota
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Toyota sta per cimentarsi in quella che probabilmente è l'opera più monumentale della storia del brand: costruirà una città sperimentale, con 2.000 residenti reali — tra ricercatori e volontari. Una piccola metropoli alimentata solo con fonti energetiche del futuro, e dove circoleranno esclusivamente auto senza pilota ad emissioni zero.

Sarà una città da 175 acri proprio nelle prossimità del Monte Fuji. Toyota vuole usare questo esperimento per acquisire il know how necessario per costruire le città del futuro. Conglomerati più vivibili di quelli a cui siamo abituati oggi, con mobilità futuristica e aria a misura di umano: non c'è spazio per l'inquinamento nelle città immaginate da Toyota.

2000 persone abiteranno a tempo pieno in quella che Toyota chiama Woven City, una realtà alimentata da celle ad idrogeno e dove le auto tradizionali non sono ammesse.

La città diventerà lo scenario di diversi esperimenti interessanti, che coinvolgeranno robotica, intelligenza artificiale, guida autonoma, e mobilità next gen.

Il progetto è stato annunciato al CES di Las Vegas dal CEO di Toyota Akio Toyoda.

Il trasporto sarà quasi interamente affidato ai veicoli e-Palette, piccolo bus autonomo (simile a questo, sempre made in Japan) che era stato mostrato per la prima volta sempre a Las Vegas, al CES del 2018. Anche questa una prova che i prototipi e gli esperimenti dell'azienda giapponese non nascono e muoiono nella parentesi temporale che c'è tra una conferenza stampa e un comunicato ai media, ma al contrario seguono una strategia di lungo respiro.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
1