Toyota e le batterie a stato solido: quando partirà la produzione di massa?

Toyota e le batterie a stato solido: quando partirà la produzione di massa?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Per anni Toyota è stata accusata di essere in ritardo rispetto al resto del mercato sul fronte Full Electric, il produttore nipponico però ha intenzione di superare tutti e produrre EV dotati di batterie allo stato solido. Ma quando avverrà questa rivoluzione?

Il termine “rivoluzione”, lo sappiamo, è in genere parecchio abusato, in questo caso però per Toyota si tratta davvero di raggiungere un obiettivo che sembrava lontanissimo appena qualche anno fa - e prima di tutti gli altri. Le batterie agli ioni di litio odierne sono estremamente mature, nonostante questo però presentano alcuni limiti: perdono capacità con il tempo, non offrono una densità eccezionale, sono pesanti, possono incendiarsi a causa della chimica (anche se è un’eventualità molto rara), non sono molto sostenibili. Ultimo ma non ultimo: non godono di tempi di ricarica strettissimi, inoltre necessitano di temperature ben precise per performance ai massimi livelli. Le batterie allo stato solido andrebbero a migliorare tutti questi aspetti, offrendo inoltre autonomie più ampie e tempi di ricarica più corti.

Toyota ha intenzione di lanciare, negli anni a venire, due veicoli con batterie a stato solido, un modello performance e uno mass market. Nel veicolo “per tutti” le batterie allo stato solido dovrebbero garantire il 20% di autonomia in più rispetto all’attuale bZ4X, che al suo massimo promette 500 km di autonomia. Con lo stato solido dovremmo arrivare a 600 km a parità di ingombro. Nel modello performance, con batterie più grandi, Toyota promette addirittura 1.000 km di autonomia, secondo il poco affidabile standard CLTC però (si è anche parlato di 1.200 km di autonomia); dovremmo in ogni caso essere attorno ai 700-800 km. Il tutto con una riduzione dei costi di produzione pari al 40%, un prodigio tecnologico che Toyota vorrebbe produrre già nel 2026-2017, al più tardi nel 2028, sembra però che ci vorrà un po’ per portare la produzione “a regime”.

Stando a quanto riportato dal Toyota Times, la produzione di massa dei veicoli con batterie a stato solido non sarà possibile prima del 2030. Nel frattempo il produttore spingerà per portare le linee produttive a poco più di 10.000 unità. Ricordiamo che nei prossimi 6 anni Toyota vuole vendere 3,5 milioni di auto elettriche, circa un terzo del suo volume globale. Già entro il 2026 vedremo arrivare 10 nuovi veicolo elettrici, nessuno di questo però sarà - purtroppo - con batterie a stato solido.