Si torna sulla Luna: General Motors a lavoro su un rover elettrico

Si torna sulla Luna: General Motors a lavoro su un rover elettrico
di

L’uomo e la Luna si sono salutati nel lontano 1972, quando si concluse la missione Apollo 17. L’interesse verso un nuovo allunaggio con umani a bordo è andato ad ingigantirsi nell’ultimo decennio. Sarà della partita General Motors, che produrrà entro il 2025 nuovi veicoli lunari.

L’azienda non è nuova alla mansione: collaborò con Boeing per la costruzione dei Lunar Roving Vehicle sfruttati nelle missioni del 1971 e 1972. La immagini suggeriscono una certa somiglianza tra il futuro rover lunare e il GMC Hummer EV; per GM una ghiotta occasione per generare un clamoroso ritorno d'immagine.

General Motors sta già testando le condizioni del nostro satellite all’interno di un costoso simulatore. I primi test hanno valutato l’architettura elettrica Ultium in un ambiente con gravità lunare. “Abbiamo creato una superficie lunare di un chilometro per un chilometro e possiamo guidarci liberamente”, ha dichiarato un portavoce di GM, aggiungendo “le cose che faresti per creare un buon veicolo per un ambiente fuoristrada sulla Terra sono le stesse cose che faresti per la Luna, vanno solo cambiati i numeri”.

Stando alla CNBC il nuovo rover lunare è progettato per durare ben dieci anni sulla Luna e avrà una velocità massima di 19 km/h. I rover classici raggiunsero i 18 km/h con particolari condizioni del terreno nella missione Apollo 17, tuttavia erano ingegnerizzati per toccare i 13 km/h.

A collaborare con GM sarà Lockheed. Le due aziende venderanno i servizi di supporto e i veicoli ad organizzazioni spaziali internazionali. Il portavoce di GM Stuart Fowle ha smentito l’ipotesi di CNBC che voleva come principali acquirenti ditte private quali Blue Origin di Jeff Bezos e SpaceX di Elon Musk. Quest'ultima è stata scelta dalla NASA per la sua missione lunare.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
1
Si torna sulla Luna: General Motors a lavoro su un rover elettrico