di

Per anni si è parlato di come la Aston Martin Valkyrie rappresentate una sorta di monoposto da Formula 1 stradale. Adesso però la casa automobilistica del Regno Unito è effettivamente tornata a competere nel campionato delle quattro ruote più prestigioso in assoluto.

I ragazzi di Top Gear hanno approfittato di questa situazione per tracciare un parallelismo fra la spettacolare Valkyrie e la monoposto F1 definitiva presentata alcuni giorni fa per provare ad impensierire i produttori più affermati degli ultimi anni: la AMR21 dentro la quale entrerà Sebastian Vettel.

Dal nostro canto consigliamo a chiunque di visionare per intero l'eccellente clip in alto, caricata su YouTube da Top Gear due giorni fa. Essa include le interessanti dichiarazioni di Fraser Dunn, che ha progettato sia la macchina da corsa che il bolide stradale in quanto ingegnere capo di Aston Martin.

Dunn rivela con chiarezza che la parte inferiore della Valkyrie è opera del lavoro di Adrian Newey in persona, e la progettazione ha avuto come cardine centrale il voler massimizzare all'estremo il carico aerodinamico, mentre alla parte superiore ci ha pensato lo studio di design interno ad Aston Martin.

Dunn conferma anche che al momento lo sviluppo della Valkyrie è ancora in corso, e che solo di recente il team ha cominciato ad impegnarsi sul perfezionamento delle componente aerodinamiche attive, le quali contribuiranno a rendere la Valkyrie molto facile da maneggiare, nonostante l'aspetto non lo dimostri affatto.

Riguardo gli altri dettagli lasciamo la parola al video di Top Gear, ma avviandoci a concludere vogliamo condividere con voi le assurde linee della misteriosa Aston Martin Victor. Si tratta di una potentissima supercar capace di erogare 850 cavalli di potenza attraverso un V12 aspirato da 7,3 litri.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
0