Un test per usare la Guida Autonoma: l'idea di NIO dopo un incidente mortale

Un test per usare la Guida Autonoma: l'idea di NIO dopo un incidente mortale
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Per noi che lavoriamo nel settore automotive, la Guida Autonoma di Livello 2 è ormai una cara vecchia amica, su ogni nuova vettura ci troviamo a casa in pochi istanti e sappiamo come utilizzare responsabilmente la tecnologia. Per molti automobilisti però non è così e NIO ha pensato di creare un test.

Tutto è nato da una bruttissima storia: un automobilista a bordo della sua NIO ES8 si è ritrovato a fare un incidente mortale, tamponando un’altra vettura nonostante l’attivazione del sistema Navigate on Pilot (NOP), la Guida Autonoma di Livello 2 del produttore cinese. La questione è arrivata ben presto nelle aule di tribunale: oltre ad aver visto la propria reputazione distrutta, NIO è stata anche accusata di aver manomesso alcuni dati relativi alla Guida Autonoma del veicolo incidentato, tutti sospetti che NIO ha rimandato al mittente con forza.

Nonostante questo, il produttore asiatico ha deciso di adottare delle soluzioni per istruire a dovere i suoi utenti, così da fargli utilizzare la Guida Autonoma in modo responsabile. La società ha creato una serie di video dimostrativi che spiegano come funziona la Guida Autonoma di Livello 2 delle auto NIO, filmati utili a completare un test di 10 domande a risposta multipla.

Completando questo test al 100%, NIO regala ai suoi utenti 200 crediti, fondamentali per accedere ai servizi Navigate on Pilot. Secondo noi un’ottima idea per istruire e sensibilizzare gli utenti verso la Guida Autonoma di Livello 2, poiché non sono pochi gli automobilisti che pensano che sistemi come Autopilot di Tesla possano guidare in completa autonomia - cosa tutt’altro che vera, gli utenti devono comunque restare vigili e attenti. La Guida Autonoma di Livello 5, quella che non richiede né pedali né sterzo, del resto è ancora lontana…

Quanto è interessante?
1