Meglio Tesla di Waymo: Elon Musk risponde alle critiche di Jonh Krafcik

Meglio Tesla di Waymo: Elon Musk risponde alle critiche di Jonh Krafcik
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il mercato automotive è prossimo a cambiare radicalmente, negli anni a venire. Al di là dei veicoli elettrici, sempre più diffusi e richiesti, entrerà in gioco anche la Guida Autonoma, con diverse società che già oggi si danno battaglia. Elon Musk ad esempio è in guerra (si fa per dire) con Waymo: cerchiamo di capire cos’è successo.

Nei giorni scorsi il CEO di Waymo (per capirci, è la società di Google specializzata in Guida Autonoma), Jonh Krafcik, ha pesantemente criticato il sistema di Guida Autonoma sviluppato da Tesla. Secondo il top manager, la società di Elon Musk avrebbe creato un ottimo sistema di assistenza alla guida, la Guida Autonoma vera e propria invece, quella di Livello 5, sarebbe ben altra cosa.

Elon Musk non ha tardato a rispondere, seppur in maniera telegrafica, su Twitter: “Con mia sorpresa, Tesla ha un’AI hardware e software migliore di quella Waymo (soldi)”. Esatto, il CEO di Tesla ha messo “money” fra parentesi, indicando la differenza di prezzo fra la tecnologia di Google e la sua. A livello pratico, sarà anche vero che Waymo ha una tecnologia molto avanzata e affidabile, per acquistare un veicolo della compagnia però occorrono circa 100.000 dollari, mentre Musk vende Tesla ai privati cittadini già pronte per la Guida Autonoma alla metà del prezzo.

È quasi un miracolo che Tesla riesca a offrire la Guida Autonoma Completa (ancora in versione Beta) grazie all’uso di “solo” 8 telecamere, una manciata di sensori a ultrasuoni e un radar frontale (a tal proposito potrebbe presto arrivare un nuovo radar a onde millimetriche).

Successivamente sembra che Krafcik abbia chiarito la sua uscita: “Penso che Tesla abbia sviluppato un sistema eccezionale, su questo voglio essere chiaro. È però importante anche essere onesti: Tesla vende le sue auto obbligando, giustamente, i suoi clienti a tenere occhi sulla strada e mani sul volante, poiché il sistema offre un’ottima assistenza ma non può prendere il controllo al 100%. I nostri veicoli sono totalmente autonomi, è una tecnologia diversa, e anche se Tesla ha in Beta una versione completa della sua Guida Autonoma, mi sembra difficile che da un giorno all’altro un sistema di assistenza possa gestire l’autonomia assoluta, è un po’ un salto della fede”. Vedremo a chi darà ragione il tempo...

Quanto è interessante?
1
Meglio Tesla di Waymo: Elon Musk risponde alle critiche di Jonh Krafcik