Ecco il Tesla Semi mentre rimorchia in silenzio, se tralasciamo le grida

Ecco il Tesla Semi mentre rimorchia in silenzio, se tralasciamo le grida
di

Il Tesla Semi è sempre stato pubblicizzato dal CEO del brand Elon Musk come un veicolo elettrico il quale rivoluzionerà il mondo dei trasporti commerciali su gomma, trascinandolo per intero nelle emissioni zero e andando quindi incontro ad un futuro sostenibile ed efficiente.

Da una parte non sono mancate le critiche circostanziate come quella di Bill Gates, che ha puntato il dito verso la scarsa efficienza di un veicolo il quale avrebbe dovuto trasportare innanzitutto la sua gigantesca e pesantissima batteria, ma per il momento non abbiamo abbastanza dati per giudicare il progetto in questi termini.

Dal nostro canto non vediamo l'ora di poter avere più informazioni nel merito, ma non molte ore fa abbiamo potuto mettere gli occhi su un ulteriore prototipo di Semi mentre trasportava un rimorchio chissà dove nel silenzio più totale, altro grande vantaggio della propulsione elettrica. Ad ogni modo avremmo preferito che questa mancanza di rumori si fosse estesa anche a coloro i quali erano intenti a registrare l'avvistamento ma, come potete notare anche voi dal post Twitter in fondo alla pagina, ciò non ci è stato concesso.

Il Tesla Semi deve le sue fantastiche capacità di rimorchio a ben quattro motori elettrici, i quali rappresentano unità modificate dei propulsori inseriti nella Tesla Model 3. Ad oggi non conosciamo ancora la potenza effettiva dell'autoarticolato di Fremont, ma Elon Musk ha già promesso che arriverà in almeno due varianti con le quali accontentare buona parte dei consumatori. Quella più economica garantirà un range di circa 640 chilometri per singola carica, mentre la più onerosa arriverà a superare gli 800 chilometri di autonomia (fino a 1.000 chilometri con rimorchio vuoto).

Estremamente interessante il fatto che, grazie agli imminenti Tesla Megacharger, sarà possibile ricaricare questi colossi dallo 0 a all'80 percento in appena 30 minuti, e oltretutto non sono da sottovalutare alcune funzionalità come quella in grado di disporre autonomamente una flotta di Semi nel modo più aerodinamico possibile, sfruttando le scie degli altri Semi per abbattere l'attrito dell'aria e incrementare l'efficienza.

In base alle ultime voci di corridoio sembrerebbe che il Tesla Semi sia praticamente pronto: la produzione in serie potrebbe iniziare entro poche settimane. E' probabile che il marchio stia aspettando di avere la massima disponibilità di ogni singolo componente prima di dare il via libera definitivo.

FONTE: teslarati
Quanto è interessante?
1