Il Tesla Semi avrà 1000 km di autonomia, Elon Musk è sicuro di sé

Il Tesla Semi avrà 1000 km di autonomia, Elon Musk è sicuro di sé
di

Elon Musk ha rilasciato nuovi commenti circa il programma Tesla Semi, atto a sviluppare e infine a immettere sul mercato al meglio l'autoarticolato elettrico della casa automobilistica californiana: a quanto pare garantirà un'autonomia massimale di 1.000 chilometri per singola carica.

L'ambizioso obiettivo di range verrà raggiunto attraverso tecnologie delle batterie sviluppate internamente. Il brand è al lavoro sul grosso veicolo già da molti anni, ma l'annuncio è avvenuto solo nel 2017, quando Musk affermò che sarebbe stato un tir di classe 8 con una capacità di oltre 36 tonnellate e autonomie da 480 o 800 chilometri in base al modello.

Adesso però la maturità delle nuove tecnologie ha permesso al CEO di Tesla di puntare ancora più in alto, e ad avere maggiori sicurezze grazie agli ultimi prototipi in fase di test. Ecco l'intervista che ha rilasciato nel corso di questa mattinata:"Ottenere un range di 500 km è abbastanza facile credo, quasi triviale ad esser sincero, soprattutto per quanto concerne un camion che trasporta un carico da 40 tonnellate. Se volete, per il trasporto a lunghe percorrenze, si può portare l'autonomia fino a, crediamo, 800 km, e siamo sulla strada del camion pesante da 1.000 chilometri di range."

Come avrete notato, i primi due numeri sono quelli che circolano da anni, ma i 1.000 chilometri citati alla fine del discorso non si erano mai sentiti. Tra l'altro Elon Musk ha parlato di una capacità sulle 40 tonnellate, ma secondo le normative statunitensi i tir possono trasportarne al massimo 36 o poco più, di tonnellate.

Un altro problema riguarda la profittabilità di un veicolo tanto pesante: dato che stiamo parlando di un mezzo elettrico, esso ha bisogno di giganteschi pacchi batterie per portarsi a casa un'autonomia di 1.000 chilometri, pertanto in molti (anche Bill Gates) hanno sollevato dei dubbi sul profilo economico di questa operazione. Ecco la risposta di Musk:"Di base puoi trasportare lo stesso carico di un camion diesel. Noi crediamo ci possa essere la penalità di una tonnellata. Forse. A questo punto crediamo di poter ottenere una riduzione del carico inferiore alla tonnellata, e nel lungo termine arriveremo all'assenza di penalità per i camion elettrici."

Ovviamente il pacco batterie di un tir influisce sul peso complessivo, e andrebbe quindi a inficiare le possibilità in termini di capacità nel vano di carico, ma Elon Musk sembra molto sicuro di sé sull'argomento. Le nuove celle 4680 (sviluppate in collaborazione con Panasonic) permetteranno poi di ottimizzare ulteriormente l'impacchettamento del pacco batterie, e infatti il Tesla Semi potrebbe ospitare una batteria particolarmente densa a livello energetico.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
1