Tesla ha scoperto perché la Model S di Shangai è andata a fuoco: update in arrivo

Tesla ha scoperto perché la Model S di Shangai è andata a fuoco: update in arrivo
di

Negli ultimi anni diverse vetture Tesla, soprattutto Model S, hanno purtroppo preso fuoco in modo spontaneo. 8 casi che hanno acceso dibattiti internazionali e spinto l'azienda di Elon Musk ad aprire un'indagine interna. In particolare, Tesla ha annunciato di aver trovato le cause dell'incendio scoppiato a bordo di una Model S a Shangai ad aprile.

Secondo il produttore californiano, il problema sarebbe nato a causa di un singolo modulo batteria locato nella parte frontale del veicolo. La compagnia sta anche rilasciando un nuovo aggiornamento software Over-the-air perché problemi simili non si verifichino più in futuro. Dunque accertato il colpevole, che nella più classica tradizione della letteratura gialla è il sospettato numero uno, il classico "maggiordomo".

Tutti avevano puntato il dito contro le batterie, l'azienda ha comunque ispezionato accuratamente tutti i dati software, la cronologia dell'auto, gli elementi di fabbricazione e quant'altro, per un'indagine a 360 gradi. L'auto incriminata fra le altre cose, ripresa andare a fuoco dalle telecamere di un parcheggio sotterraneo, era una Model S antecedente all'attuale restyling, dunque a bordo non aveva alcun sistema in grado di contenere il problema.

Per evitare altri problemi simili, Tesla ha rivisto la gestione della ricarica e delle temperature sulle Model S e Model X che montano lo stesso hardware della vettura andata a fuoco a Shangai. Sui modelli più recenti, oppure sulle Model 3, non si è ancora registrato alcun evento simile, per fortuna.

FONTE: Teslarati
Quanto è interessante?
2