Tesla risorge dalle ceneri: azioni in positivo e trimestre record in arrivo

Tesla risorge dalle ceneri: azioni in positivo e trimestre record in arrivo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il 2019 sarà un anno da vivere “in corsa” per Tesla, che deve a tutti i costi pareggiare i conti a bilancio. Tutto il pessimismo delle ultime settimane sembra essersi dissolto, ormai anche gli analisti di borsa sono ottimisti per la salute del titolo.

Martedì scorso il titolo TSLA ha ottenuto ottimi risultati ed è cresciuto anche mercoledì e giovedì, con le cose che potrebbero ulteriormente migliorare nel caso in cui questo secondo trimestre dell’anno si rivelasse davvero record come previsto. Ha detto Adam Jonas di Morgan Stanley: “Tesla sta continuando a costruire la sua leadership nel settore elettrico, contro un piccolo gruppo di concorrenti. Viste le Model 3 registrate ad aprile e maggio, dobbiamo aspettarci un Q2 notevolmente superiore al Q1”.

L’ottimismo di Morgan Stanley riguarda l’intero anno, la società infatti si aspetta fra le 360.000 e le 400.000 vetture consegnate (più precisamente fra le 378.900 e le 379.600), il che significa “una crescita che va dal 45% al 65% rispetto al 2018”, davvero notevole. Guardando al mercato americano, gli analisti hanno sottolineato come nel mese di maggio le Tesla vendute siano arrivate a 11.300 unità, 2,6 volte in più i volumi dei competitor messi insieme - si pensa a Audi e-tron, Jaguar I-PACE, BMW i3, Nissan LEAF e la Chevy Bolt EV, che per molti era una potenziale “Tesla-Killer”.

Sembra dunque che Elon Musk stia vincendo la sua sfida personale di riportare in positivo Tesla, con le azioni della compagnia che poche ore fa segnavano un ulteriore rialzo del 5,55%, con un prezzo di 207.51 dollari per azione - un percorso che per gli analisti ricorda la situazione di Netflix nel 2011, poco prima che l’era dello streaming esplodesse in tutto il mondo, crescendo per i successivi 8 anni.

FONTE: Teslarati
Quanto è interessante?
2