Tesla rimborsa i suoi clienti assicurati per aiutarli nella pandemia di Covid-19

Tesla rimborsa i suoi clienti assicurati per aiutarli nella pandemia di Covid-19
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Tesla sta accreditando soldi ai propri clienti, ma soltanto a coloro i quali abbiamo stipulato con la casa un contratto assicurativo. La decisione è stata presa in risposta a una ordinanza emessa dal governo della California per alleviare il carico economico sui cittadini durante la pandemia di Covid-19.

"Coi californiani che guidano sempre meno e molte imprese chiuse a causa dell'emergenza del Covid-19, i consumatori hanno bisogno di sollievo da contributi che non rispecchiano l'attuale rischio di incidente o di danneggiamento." Queste sono le parole pronunciate da Ricardo Lara, California Insurance Commissioner, che ha poi proseguito:"L'azione obbligatoria rimetterà soldi nelle tasche dei cittadini nel momento del bisogno."

Tesla dal suo canto si è immediatamente adeguata, preparando una mail per tutti i cuoi clienti assicurati, e dentro la quale è specificato che verso di loro sarà fatto un credito del 20 percento, il quale interesserà i pagamenti del mese di Marzo e di Aprile. Chiaramente la casa automobilistica californiana non è stata l'unica ad adottare misure simili, lo stesso hanno fatto anche altre società assicurative con sede nello stesso Stato, come Allstate, Geico e State Farm.

In ogni caso l'individuo che ci ha permesso di leggere la mail di Tesla è stato l'utente reddit u/jhochenbaum, il quale ha condiviso con noi lo screenshot visibile in fondo alla pagina. Questo indica che il credito sarà automatico, e il fatto che ogni cliente del brand lo vedrà arrivare sul proprio conto in poche settimane.

Per molte persone non si tratta affatto di un intervento di poco conto, almeno non in un contesto tanto difficile. Bloomberg, autorevole servizio di informazione, ha fatto sapere che nei soli Stati Uniti circa 22 milioni di persone hanno dovuto cessare la propria attività lavorativa in quanto ritenuta non essenziale, con conseguenze quantomeno ovvie.

Nel frattempo Tesla non sta con le mani in mano, ma lavora sottotraccia per migliorare i sistemi proprietari. Ad esempio i clienti del programma di accesso anticipato hanno ricevuto un aggiornamento dell'Autopilot, il quale è adesso in grado di distinguere i tre stati del semaforo e i segnali di stop, e quando necessario di fermarsi in modo completamente autonomo. L'update non arriva dal nulla, ma era infatti già stato anticipato alcuni giorni prima, quando il proprietario di una Model 3 aveva notato particolari modifiche all'interfaccia del navigatore.

FONTE: teslarati
Quanto è interessante?
2
Tesla rimborsa i suoi clienti assicurati per aiutarli nella pandemia di Covid-19