di

Secondo delle voci di corridoio, Tesla avrebbe già acquistato l'acciaio utile alla costruzione dell'attesissimo Tesla Cybertruck. A quanto pare l'ordine, commissionato a Steel Dynamics, sarebbe stato effettuato da un luogo non lontano dall'attuale impianto texano: alcuni suggeriscono di un nuovo stabilimento da 1,4 miliardi di euro.

Quando Tesla ha presentato il Cybertruck, oramai un anno fa, una delle cose più interessanti agli occhi degli osservatori (oltre alle assurde linee) fu l'impiego estensivo dell'acciaio per la carrozzeria del pickup elettrico, che farà da esoscheletro al veicolo:"Il Cybertruck è costruito tramite un guscio esterno fatto per la durabilità e la protezione dei passeggeri. Partendo da un esoscheletro praticamente impenetrabile, ogni componente è progettato per una forza e una resistenza superiori, grazie all'impiego dell'acciaio Ultra-Hard 30X laminato a freddo e all'armor glass Tesla."

Insomma, questo impegno per la solidità si tradurrà in un'assenza totale di graffi, danni e corrosione a lungo termine con un esoscheletro monocromatico che realizza un guscio esterno alla vettura e fornisce a tutti gli abitanti della vettura il massimo della protezione.

Adesso siamo venuti a conoscenza di questo rumor circa l'ordine a Steel Dynamics, che in via collaterale informa del progetto di un nuovo impianto di manifattura dell'acciaio da 1,4 miliardi di euro. David Krebs, giudice della contea di San Patricio, pare sia coinvolto nell'approvazione del progetto, e ha riferito le seguenti parole a 3News:"L'impianto è in costruzione presso Sinton, e dovrebbe esser funzionante entro la fine del 2021. Non solo provvederà a creare centinaia di posti di lavoro ben pagati, ma garantirò l'acciaio per il Tesla Cybertruck."

Nel frattempo la situazione è in evoluzione anche presso la Gigafactory di Berlino: la Frankfurt Oder Court ha appena concesso i permessi per la ripresa dei lavori, ma bisognerà abbattere migliaia di alberi per tirare su gli edifici necessari.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
1