di

Nel corso degli ultimi anni Tesla è andata contro le solide tendenze popolari dimostrando agli automobilisti che le auto completamente elettriche possono mettere in campo prestazioni strabilianti, e spesso superiori a quelle ottenibili dai modelli con motore a combustione interna.

Questi ultimi hanno ancora un certo margine di vantaggio per quanto concerne la velocità di punta, ma l'erogazione istantanea della coppia dona alle EV un'accelerazione impareggiabile, sia per immediatezza che per continuità. Da qualche mese a questa parte Rimac Nevera e Tesla Model S Plaid hanno ribadito questo concetto mettendo davanti agli occhi del pubblico uno scatto da 0 a 100 km/h di circa 2 secondi (la Nevera fa anche meglio: ecco la sua incredibile drag race).

Ovviamente la Tesla Model Y non può paragonarsi a bolidi simili, poiché il focus del team di sviluppo è andato palesemente in direzione del comfort, dell'autonomia per singola carica e della capienza dei portabagagli. Ciò non significa che il crossover non sia agile e divertente da guidare, e in effetti il video in alto, appena pubblicato su YouTube da TopSpeedGermany, ne evidenzia una certa verve.

Tra le altre cose ci teniamo a sottolineare che l'esemplare testato non incarna la più veloce variante Performance, bensì quella che si specializza sul range: la Tesla Model Y Long Range. Essa manda sull'asfalto più di 350 cavalli di potenza e 527 Nm di coppia, i quali portano le oltre 2 tonnellate di massa da 0 a 100 km/h in circa 5 secondi. La trazione è sempre integrale, e la casa dichiara una velocità massima di 217 km/h.

Attraverso la clip registrata sull'Autobahn abbiamo quindi scoperto che la EV è in grado di superare i numeri ufficiali, poiché il conducente è riuscito a toccare i 222 km/h di punta al minuto 2:50 tenendo per parecchi secondi l'acceleratore a tavoletta. E' un esito fantastico per un modello a emissioni zero, e adesso non vediamo l'ora di scoprire di cosa sia capace l'assurda Model S Plaid: la compagnia aveva parlato di 322 km/h di velocità massima, ma per sbloccarli sarà necessario installare un aggiornamento software non ancora rilasciato.

Ora come ora scommettiamo che l'eccitazione intorno alla Tesla Roadster, ancora in fase di sviluppo intenso, non faccia altro che aumentare. Il CEO della casa di Palo Alto, il noto Elon Musk, era fiducioso di commercializzare il mostro elettrico entro il 2022, ma di recente si è visto costretto a rimandare il debutto al 2023.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1