di

In rete è facile trovare dei confronti tra auto basati sulle specifiche dichiarate dalla casa oppure sulle sempreverdi drag race, in particolar modo quando si parla di auto EV che, in quanto ad accelerazione, regalano sempre ottime performance. In questo caso però vediamo chi è la migliore nella vita reale tra Hyundai Ioniq 5 e Tesla Model Y.

Per scoprirlo ci viene in aiuto il video pubblicato dallo youtuber RSymons RSEV, specializzato nell’analisi di auto elettriche, che vengono testate sulle stesse strade, alla stessa velocità e nelle stesse condizioni meteorologiche e in termini di orario. Percorrendo l’itinerario prefissato, il nostro protagonista nota come si comportano realmente le vetture, con un occhio di riguardo all’efficienza e al tempo di ricarica delle vetture una volta che l’energia scarseggia.

La sfidante coreana del test è la Hyundai Ioniq 5 dual motor a quattro ruote motrici (qui potete leggere la nostra prova su strada della Hyundai Ioniq 5 da 300 CV), in versione Project 45, la versione più accessoriata ed esclusiva dei mercati europei e del Regno Unito, che le dona cerchi in lega da 20 pollici e pannelli solari sul tetto che dovrebbero aiutarla un po’ alla voce efficienza. Secondo i dati forniti dallo youtuber, la batteria della Ioniq 5 utilizza 70 kWh dei 72,6 dichiarati, e le permettono una percorrenza di 479 km.

Parlando invece della Tesla Model Y in prova (a proposito, leggete la nostra prova su strada della Tesla Model Y), si tratta di un modello dual motor in versione Long Range, anch’essa con ruote da 20 pollici optional che, stando a quanto dichiarato da Tesla, vanno a peggiorare le performance in termini di efficienza (la casa dichiara una riduzione dell’autonomia da 531 a 511 km). I dati rilevati da RSymons però dicono il contrario, con una percorrenza di 532 km offerta dalla batteria 82 kWh che equipaggia la vettura, sebbene solo 76 kWh siano utilizzabili.

Dunque in termini assoluti Tesla si prende la vittoria grazie alla batteria più capiente, ma in termini di efficienza le differenze non solo poi così evidenti, segno che la concorrenza si sta avvicinando di gran carriera all’eccellenza di Palo Alto.

Il confronto all’interno del filmato tratta anche altri dettagli, e proseguendo nella visione scoprirete la reale velocità di ricarica delle batterie, la loro massima potenza di ricarica e soprattutto, quale delle due arriva prima a destinazione in un percorso di 643 km.

Quanto è interessante?
2