di

Ora che la Tesla Model Y è finalmente arrivata nelle mani dei primi, fortunati clienti, il web si è sbizzarrito con recensioni, drag race e confronti. Oggi vediamo il crossover di Elon Musk opposto a una BMW X3 Hybrid.

Non si tratta però del semplice confronto delle specifiche tecniche e delle potenzialità, al contrario è un'analisi dei costi di mantenimento spalmata su 5 anni, cosa che rende il video molto interessante. Innanzitutto partiamo dagli optional, poiché alla BMW X3 Hybrid 2019 servono delle aggiunte già in fase di acquisto per "fare il pari" con la Model Y, uno svantaggio immediato da 5.775 dollari.

Passando all'alimentazione, sembra che su circuito misto - secondo i calcoli di Clearwatt - bastino 550 dollari l'anno per spostare la Model Y Long Range AWD, poiché percorre 25 miglia (40 km) con appena 0,91 dollari; più dispendiosa la X3, che annualmente richiede 1.500 dollari, 2,10 dollari per 40 km. Non gioca a favore del SUV tedesco neppure la manutenzione, che vede a conti fatti ben 8 categorie differenti su cui mettere mano; alla Model Y basta cambiare le gomme, il filtro interno e farle un check-up ogni 24 mesi.

L'X3 sembra inoltre essere uno dei SUV dalla maggiore svalutazione del mercato, mentre la Model 3 è la vettura che si svaluta meno, appena il 5,50%, cosa che potrebbe valere anche per la sorella Y, che è anche costruita meglio secondo Sandy Munro. Per mantenere il crossover americano bastano dunque 39.839 dollari per 5 anni e 120.000 km, a fronte di un costo di partenza di 54.190 dollari; perde impietosamente la BMW X3 xDrive30e, che costa di listino 55.320 dollari e ha bisogno di 61.909 per essere mantenuta in 5 anni e 120.000 km.

Quanto è interessante?
1