di

Nel corso degli ultimi mesi, soprattutto durante i weekend, le gare di accelerazione hanno acquisito spazi mediatici enormi in campo automotive. Sia un trend in parte fisiologico che l'interesse verso il comportamento dei nuovi veicoli elettrici hanno portato tantissime sfide diverse, e quella di oggi è piuttosto interessante.

Motor1 Turkiye ha infatti caricato su YouTube una clip che vede schierate le une di fianco alle altre una Tesla Model X P90D (non la variante più potente), una Jaguar I-Pace e una Audi e-tron. Sulla carta la prima risulta comunque essere la più potente del trio ma l'abilità del pilota, seppur assottigliata dal tipo di alimentazione, può comunque modificare la sfida.

La competizione consiste nel percorrere nel modo più veloce possibile 1.000 metri da fermo o da velocità di crociera, ed è persino compresa una gara in frenata. Dopo una serie di false partenze la Jaguar e la Tesla hanno avuto un interessante testa a testa, mentre l'Audi ha dovuto cedere il passo. In seguito ad un mescolamento dei piloti invece la Model X si è portata a casa una buona vittoria.

E' stato curioso invece assistere alla partenza da 60 km/h, dove l'assenza di controlli elettronici come il launch control ha svantaggiato la Tesla Model X che ha dovuto lasciar vincere la Jaguar I-Pace. Sempre in terza posizione invece la e-tron, la quale pecca in termini di forza bruta.

Infine la frenata da 130 km/h a ruote ferme comunica una sorta di pareggio fra Audi e-tron e Jaguar I-Pace, mentre la Tesla Model X ha arrestato la propria corsa un paio di metri più avanti.

Per chiudere vogliamo passare a un livello nettamente superiore grazie a un video sulle performance di una Toyota MR2 modificata: il mostro da 1.200 cavalli di potenza ha chiuso il quarto di miglio in soli 8,87 secondi. Tornando ai grossi veicoli elettrici crediamo sia utile menzionare le informazioni, seppur scarse, sul prossimo pickup Chevrolet: ecco i primi render del mezzo.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
2