Tesla Model S Plaid: arrivano i primi render della vettura

Tesla Model S Plaid: arrivano i primi render della vettura
di

Quando Porsche lanciò sul mercato la sua prima vettura completamente elettrica, la ottima Taycan, e la testò al Nürburgring, Elon Musk annunciò che la sua Tesla Model S avrebbe anch'ella raggiunto il noto tracciato tedesco andando a competere direttamente con la rivale.

L'esemplare che girò in pista ottenne tempi eccezionali e al contempo sorprendenti, ma si trattava di un prototipo con caratteristiche diverse dalle unità di serie acquistabili dai clienti. Successivamente il CEO di Tesla disse che il prototipo al Nürburgring era una Model S Plaid, e cioè una variante futura della ammiraglia elettrica californiana, equipaggiata con tre propulsori elettrici.

Il risultato, come detto, furono tempi sul giro sorprendenti, dati da una specializzazione proprio in tale ambito. Insomma, mentre la Porsche Taycan Turbo (non la più veloce Turbo S) otteneva un giro completo in 7:42, la Model S Plaid girava in meno di 7:23.

Evidentemente questa storia ha suscitato un grande interesse tra gli appassionati, i quali hanno provato a immaginare le forme di questo bolide partendo ovviamente dal design attuale della Model S, ma aggiungendo linee molto più sportive e aggressive. L'esito di questo lavoro è la vettura che potete ammirare in fondo alla pagina, prodotta dall'artista Alwinart.

Il designer ha mimato delle scelte tecniche implementate sulla Model S Plaid del Nürburgring proseguendo con idee completamente proprie o tratte dalle attuali Model 3 e Model Y e dalla futura Roadster. Il risultato è davvero fenomenale, dobbiamo ammetterlo, e forse contemporaneamente molto plausibile, però dubitiamo fortemente che la casa automobilistica californiana possa inserire delle prese d'aria con listelli come quelli introdotti ai lati del muso.

Per concludere, visto che abbiamo fatto un riferimento alla Roadster, vi diamo qualche informazione sull'incredibile tecnologia che muoverà la hypercar di Elon Musk. Di recente infatti si è fatta un po' di chiarezza sui propulsori Jet del veicolo: ecco spiegato, almeno in parte, il loro funzionamento. Infine qualcuno ha già provato a mettere virtualmente la Tesla Roadster su strada simulando il suo scatto da 0 a 100 km/h in soli 1,1 secondi.

FONTE: teslarati
Quanto è interessante?
1