di

Da quando Tesla ha messo in funzione la sua Giga Shanghai, nel mondo ha iniziato a circolare una Model 3 cinese, parliamo della Standard Range Plus RWD, ora con batteria LFP da 60 kWh, venduta anche in Italia. Si tratta di un modello spesso criticato per via delle sue batterie "economiche", con chimica diversa, ma è davvero un modello da evitare?

In realtà assolutamente no, è una Tesla performante ed efficiente come le altre, nonostante la sua aria da "pecora nera" che la stampa le ha spesso attribuito. A confermarlo è un veterano del mondo Tesla, Bjørn Nyland, che ha testato la vettura nella sua difficile prova dei 1.000 km. Lo youtuber prova a fare un viaggio di 1.000 km con una vettura elettrica vedendo quante volte occorre fermarsi a ricaricare e quanto tempo si impiega fermi ad aspettare.

Ebbene la nuova Tesla Model 3 Standard Range Plus 2022 prodotta in Cina con batteria LFP da 60 kWh è riuscita a chiudere il percorso in 10 e 5 minuti, con una temperatura esterna di 3-6 gradi centigradi, elemento che avrebbe potuto mettere in seria difficoltà la batteria. Con la Tesla Model 3 Standard Range Plus 2021 costruita negli USA c'erano volute 10 ore esatte, ma con temperature esterne di 22-27 gradi.

Con la Model 3 SR+ 2021 sempre prodotta in Cina c'erano volute 9 ore e 55 minuti a una temperatura di 13-21 gradi centigradi, segno che la nuova versione 2022 è davvero ottima e ha una gestione termica eccezionale, come ha confermato anche Bjørn Nyland. Lo youtuber ha anche premiato la velocità di ricarica, con sole cinque fermate necessarie, e i 5 kWh di energia in più messi a disposizione con il modello 2022. Non si tratta dell'auto migliore in assoluto nella prova dei 1.000 km, come evidenziato dal grafico di InsideEVs, ma trattandosi del modello Entry Level di Tesla si può essere pienamente soddisfatti.

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
1
La Tesla Model 3 SR+ 2022 con batterie LFP da 60 kWh brilla nella prova dei 1.000 km