di

Quando si parla di auto elettriche, il tema della velocità di ricarica è sempre in primo piano. I produttori sognano di raggiungere le velocità di un pieno di benzina, e così gli utenti, ma come stanno a oggi le cose? Bjørn Nyland ha comparato la ricarica rapida di quattro fra le migliori EV attualmente disponibili.

Le auto scelte per la prova sono la Jaguar I-PACE, la Kia e-Soul, la nuovissima Polestar 2 (del gruppo Volvo) e la Tesla Model 3 Long Range. Ebbene, come si può chiaramente notare dal grafico prodotto da Bjørn Nyland, a livello di velocità bruta la Model 3 di Elon Musk è ancora inarrivabile: connessa a una colonnina Supercharger V3, capace di raggiungere i 250 kW di potenza massima (a tal proposito siamo stati all'unico Supercharger V3 d'Italia con Matteo Valenza), l'auto americana è partita ricaricando a razzo, per poi scendere gradualmente ma tenendosi costantemente al di sopra delle concorrenti.

Questo significa che nel corso di un lungo viaggio, la Model 3 ci permetterà di avere ricariche più brevi, soste obbligate più veloci. Guardando alla sola potenza, la Polestar 2, che sta muovendo adesso i suoi primi passi dopo il debutto, si è piazzata seconda toccando picchi da 130 kW, sorpassando seppur di poco la I-PACE. Sul lungo periodo invece, ovvero guardando all'intera ricarica, notiamo come la e-Soul e la I-PACE si comportino in modo molto simile, caricando in maniera abbastanza lineare, mentre la Polestar 2 si differenzia per alcuni picchi iniziali pur rimanendo lontanissima dalla Tesla. Elon Musk è dunque ancora il re della ricarica rapida? Se il tema vi interessa, non perdete il nostro speciale dedicato alla corretta manutenzione della batteria.

Quanto è interessante?
1
La Tesla Model 3 contro la Polestar 2, la I-PACE e la e-Soul: quale EV ricarica prima?