di

L’Insurance Institute for Highway Safety (IIHS) si occupa della valutazione della sicurezza delle vetture presenti sul mercato statunitense e proprio come l’Euro NCAP nostrano, inasprisce i criteri con cui giudica anno dopo anno. Per questo l'IIHS è tornato a valutare le Tesla Model 3 e Model Y dopo l’abbandono dei radar in favore del Tesla Vision.

Stando a quanto dichiarato dall’IIHS, tutte le Tesla Model Y e Model 3 prodotte dopo il mese di aprile 2021 hanno i requisiti necessari per l’ambito premio Top Safety Pick+, nonostante siano equipaggiate col Tesla Vision, un sistema dal funzionamento analogo a quello coi radar, ma che sfrutta la presenza di 8 telecamere, le stesse che permettono anche la guida autonoma.

E per dovere di cronaca bisogna aggiungere che, in quest’ultimo test, il sistema di prevenzione delle collisioni ha ottenuto un punteggio addirittura superiore ai modelli che utilizzavano ancora i radar, un elemento che denota ancor di più la bontà del sistema Tesla Vision.

Chiaramente la valutazione del sistema di prevenzione delle collisioni è soltanto uno dei tanti elementi che vanno messi assieme per decretare la valutazione finale, ma è anche uno di quelli che spesso fa la differenza tra un giudizio ottimo o soltanto buono.

Per ottenere l’ambito Top Safety Pick+ l’auto deve ottenere almeno la valutazione “good” per ogni tipo di impatto, eccellere nei sistemi di prevenzione degli impatti e infine, ma non meno importante, deve avere valutazioni “good” o “acceptable” sull’illuminazione dei gruppi ottici su tutti gli allestimenti del modello in esame.

Sembrerà marginale, ma la valutazione del fascio luminoso dei gruppi ottici ha privato la Ford Mustang Mach-e del Top Safety Pick+, il premio per eccellenza dopo il già ottimo Top Safety Pick.

Quanto è interessante?
1