di

La direzione presa per il prossimo futuro porta all’elettrificazione pesante di tutte le automobili, e sempre più spesso abbiamo visto progetti proiettati verso questa idea. Electric Classic Cars ha elettrificato un sacco di vetture creando delle bellissime restomod ma in questo caso è successo il contrario: Obrist ha reso ibrida una Tesla Model 3.

Il powertrain messo a punto da questa azienda austriaca non ha lo scopo di creare nuovi modelli, bensì serve a testare una nuova soluzione per un futuro più efficiente ed ecosostenibile. Dopo aver testato una prima forma di questo sistema, adesso Obrist ha migliorato la propria tecnologia e ha dato vita all'HyperHybrid Mark II. Ma di cosa si tratta esattamente?

In parole semplici, Obrist ha aggiunto un motore termico in serie a quello elettrico. In questa maniera il motore standard funge da generatore e serve a ricaricare le batterie, che a loro volta danno energia al motore elettrico che ha il compito di muovere l’auto. Se vogliamo, è un sistema molto simile a quanto fatto da Audi sulla RS Q e-tron, l’auto che la casa tedesca utilizzerà per correre alla prossima edizione della Dakar.

Il motore termico gira a bassi regimi, quindi la Tesla rimane assolutamente silenziosa, quasi al pari del modello originale, ma in questa maniera si possono equipaggiare delle batterie più piccole e leggere (in questo caso si risparmiano 250 kg), che favoriscono ulteriormente l’efficienza e la dinamica di guida.

Secondo il produttore, la tecnologia HyperHybrid permetterà a chiunque di guidare un veicolo elettrico grazie ad un costo inferiore dato dalle batterie più piccole, che si potranno caricare meno spesso e più velocemente. Il sistema in versione Mark II permette un’autonomia “full electric” di 96 km nel ciclo WLTP, un valore che in molti paesi darebbe l’accesso agli incentivi, mentre il consumo di benzina si attesta su 2 l/100 km.

Se questa tecnologia vi ha stuzzicato, vi consigliamo di guardare la video intervista a Frank Obrist per scoprire ulteriori dettagli a riguardo.

FONTE: Insideevs
Quanto è interessante?
1
Una Tesla Model 3 ibrida che consuma 2 litri ogni 100 km: scopriamo il progetto di Obrist