di

Di vetture Tesla coi pannelli solari si è parlato a lungo e a più riprese. L'ultima volta è accaduto quando si è provato a speculare sulla prossima grande innovazione della casa automobilistica californiana.

Al momento il problema più grosso della sinergia tra autovetture e pannelli fotovoltaici è la scarsa superficie da dedicare a questa tecnologia, insufficiente a garantire un miglioramento dell'autonomia sensibile. I Watt recuperati con le celle solari risultano praticamente infinitesimali rispetto a quelli consumati dalla vettura, rendendo praticamente inutile l'esborso economico per l'installazione.

Adesso però i tecnici di Lightyear hanno modificato una Tesla Model 3 proseguendo nel proprio sentiero di sviluppo. La startup è saltata subito all'occhio degli addetti al settore poiché parte degli ingegneri presenti erano ex studenti della Technical University di Eindhoven, i quali competerono alla World Solar Challenge con Stella e Stella Lux: auto alimentate a energia solare.

Dopo questa sfida i ragazzi hanno deciso di rimboccarsi nuovamente le maniche immergendosi nuovamente nel settore automotive e provando a rendere disponibile le loro ricerche a tutti i consumatori. Questo ha portato alla presentazione della loro prima vettura, denominata The Lightyear One.

Al reveal il problema più grosso è stato il prezzo, poiché le caratteristiche del veicolo erano eccezionali. A ogni modo, da allora lo sviluppo è andato avanti, e proprio oggi Lightyear ha deciso di lanciare le prime due EV mosse dalla loro tecnologia: la Tesla Model 3 e la Volkswagen Crafter LCV.

"Pensate per giungere in strada questa settimana, Lightyear ha rilasciato due Research Vehicles con tecnologia solare proprietaria. La compagnia ha equipaggiato con la propria tecnologia solare una Volkswagen Crafter LCV e integrato senza soluzione di continuità un tettuccio solare nella Tesla Model 3. Numerate rispettivamente coi codici 005 e 006, questi due veicoli di ricerca rappresentano gli ultimi sviluppi di una serie di piattaforme, le quali servono ad affermare le scelte tecnologiche e di design di Lighyear. I veicoli possono essere guidati tranquillamente intorno alla sede di Lightyear situata nella città di Helmond, nei Paesi Bassi."

Questa è stata la dichiarazione in merito pubblicata nelle ultime ore dalla startup, e in alto potete vedere un breve video che mostra l'integrazione del fotovoltaico sul tetto di una Model 3, che servirà a raccogliere dati per eventuali accorgimenti futuri.

Per concludere restando in tema vi rimandiamo allo scudo solare brevettato da Ford: avvolgerà interamente l'auto, per ricaricarla quando ferma in un parcheggio.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
2