di

Tesla è stata ed è molto criticata per la pubblicizzazione estrema della Model 3 in versione base, quella che negli Stati Uniti costa 35.000 dollari e in Italia 43.500 (incentivi inclusi), per motivi legati agli optional spartani del modello e a restrizioni software. I ragazzi del canale YouTube Edmunds hanno però voluto approfondire la questione.

Lo hanno fatto sborsando 35.000 dollari e portandosi a casa un esemplare, per mostrarci tutto quello che si ottiene sborsando tale cifra. A quanto pare la Model 3 Standard Range lascia la fabbrica come Standard Range Plus, ma poi subisce la disabilita di alcune funzionalità, la riduzione di autonomia per singola carica via software e la rimozione di alcune componenti fisiche.

Inoltre, se si è estremamente limitati nel budget, bisogna tenersi il colore Bianco, mentre i cerchi da 18 pollici sono compresi. Assenti poi i fari fendinebbia anteriori, gli speaker posteriori e i tappetini. Non mancano però la tanto decantata Modalità Sentinella, sedili anteriori riscaldati e regolabili elettronicamente e il cruise control. Tesla poi offre un mese di navigazione con segnalazione del traffico, prima di chiedere poi un rinnovo con costo di 10 dollari al mese per abbonarsi ai servizi Premium Connectivity.

Nonostante le limitazioni la Model 3 Standard Range offre comunque 354 chilometri di autonomia (404 km in WLTP) grazie al suo generoso pacco batterie, il che non è male se si ha vicino casa un Supercharger della compagnia californiana. Per quanto concerne invece gli optional più richiesti, e acquistabili tramite app, troviamo i sedili posteriori riscaldati per 300 dollari (non ancora disponibili in Italia), l'Autopilot per 3.000 dollari (gratuito nel nostro Paese ma con varie limitazioni per le leggi in vigore) o anche il Full Self-Driving per 7.000 dollari (in Italia 6.700 euro).

Interessanti poi le annotazioni di Edmunds, che rispetto alle Model 3 del 2017 ha rilevato un grosso miglioramento qualitativo dei sedili, un abitacolo più silenzioso, una guida più confortevole e altre piccole rifiniture.

Nel frattempo però l'Agenzia americana per la sicurezza stradale è contro l'Autopilot, in quanto distrarrebbe gli automobilisti aumentando gli incidenti. Se invece siete dubbiosi sulla scelta tra Model 3 e la nuovissima Model Y vi consigliamo di dare un'occhiata a questo video.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1