Tesla Megapack va in fiamme in Australia: cos'è successo?

Tesla Megapack va in fiamme in Australia: cos'è successo?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Alcuni giorni fa Tesla ha comunicato al pubblico i prezzi inerenti i suoi nuovi Megapack, ma in realtà le enormi batterie a uso pubblico o privato sono in commercio già da un po'.

In pratica si tratta di unità che possono avere una capacità di parecchi MegaWatt, e alcune imprese le utilizzano per gestire al meglio la richiesta energetica degli impianti produttivi. Adesso però ci è arrivata una brutta notizia dall'Australia, perché una delle più grandi strutture di stoccaggio energetico al mondo è andata in fumo durante la fase di test.

Le fiamme sono divampate proprio nei primi minuti del collaudo ad alto profilo energetico dalla Victorian Big Battery non lontano da Melbourne, ma per fortuna sembra che nessuno sia rimasto ferito nell'incidente. Al momento l'area è già stata prontamente evacuata, e "Neoen e Tesla stanno lavorando a stretto giro coi servizi di emergenza sul sito per gestire la situazione." Neoen SA è l'azienda francese proprietaria della struttura, e le parole virgolettate sono state pronunciate poche ore fa dal suo consigliere delegato Louis de Sambucy.

Il notiziario locale 7NEWS Melbourne ha coperto l'accaduto con degli inviati sul posto, mentre dei droni hanno scattato le immagini che potete trovare in fondo alla pagina. Purtroppo non abbiamo alcuna informazione sulle cause dell'incidente, ma sappiamo che i vigili del fuoco del posto si sono muniti di apparati respiratori per spegnere quanto prima l'incendio, che si è sviluppato a partire da una batteria di 13 tonnellate.

Un agente del dipartimento scientifico ha tra l'altro monitorato l'area intorno al sito, e per fortuna ha aggiunto che non dovrebbero esserci minacce nocive per la comunità locale. Per ora l'entità del danno non è ancora stata chiarita, ma è probabile che siamo ben oltre i 10 milioni di euro.

Per chiudere restando in territorio australe vogliamo tirare in ballo un intrigante debutto per i residenti: la Alfa Romeo 4C Stradale Tributo vi è appena sbarcata con soli 15 esemplari.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
1