INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel corso degli ultimi giorni Tesla sta rilasciando, attraverso un programma di accesso anticipato, degli importanti aggiornamenti che permettono alle EV californiane con Autopilot attivo di fermarsi agli stop e al semaforo rosso, di riconoscerli e inoltre di distinguerne i colori, mostrando il tutto al conducente nel modo giusto.

Un recente video esplica il funzionamento a un segnale di stop, mentre un altro evidenzia le modifiche apportate al sistema di navigazione. Nel frattempo però non sembra essere andato tutto per il verso giusto, in quanto si moltiplicano sul web le prove di funzionamenti non perfetti del nuovo sistema.

Il riconoscimento della segnaletica non appare proprio impeccabile, in quanto i falsi positivi si sprecano. Ad esempio una Tesla, messa alla prova da Dirty Tesla, si è fermata al semaforo verde nell'attraversamento di un sottopassaggio, potete notarlo voi stessi dando un'occhiata al video in alto. Errori simili possono capitare durante gli accessi anticipati, ma dimostrano di sicuro l'acerbità del software all'attuale stato delle cose.

Insomma, i problemi si sono verificati in circostanze assolutamente naturali, e non quando l'auto è stata sottoposta a particolari stress o a tentativi di inganno artificioso. Al momento appare quindi sempre più improbabile un lancio dei taxi autonomi Tesla entro la fine dell'anno, come annunciato con ottimismo dal CEO del brand Elon Musk. Questi si baseranno sull'Autopilot del quale tutte le EV californiane possono godere (optional da 6.700 euro in Italia), e se i problemi sono ancora questi vediamo arduo un debutto del servizio entro pochi mesi.

In ogni caso però Tesla è costantemente al lavoro per risolvere ogni inconveniente, e i progressi sono assolutamente visibili a occhio nudo. Lo scorso anno infatti il comportamento dell'Autopilot era molto meno affidabile, mentre oggigiorno se escludiamo le fasi di test di nuove funzionalità, l'affidabilità della guida autonoma è quasi impeccabile.

Nel frattempo l'attenzione di Tesla è quasi tutta sul suo ultimo prodotto: la Tesla Model Y. Il crossover elettrico è stato appena lanciato sul mercato, e si prevede di aumentarne esponenzialmente le consegne quando le misure restrittive per Coronavirus verranno allentate e quando entrerà in attività l'enorme Giga Berlin, lo stabilimento tedesco che aprirà i battenti entro fine anno. Edmunds ha recensito la Model Y con lodi sperticate e facendo notare i piccoli difetti che comunque ci sono. Se siete interessati ve ne consigliamo la lettura.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
2