Altro che Tesla: la prima EV americana è la CitiCar degli anni '70

Altro che Tesla: la prima EV americana è la CitiCar degli anni '70
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Molti pensano che sia stata Tesla, la società californiana di Elon Musk, a creare la prima auto elettrica al mondo, questo però non è assolutamente vero. Ne esistevano già negli anni '70 e con design a dir poco assurdi.

Quella che vedete in foto, parcheggiata accanto a una gigantesca Tesla Model X, è una CitiCar degli anni '70, creata per volere di Bob Beaumont e sviluppata da un'azienda chiamata Sebring-Vanguard. Quella che all'epoca era una vettura certamente rivoluzionaria era basata su una Club Car, ovvero un cart per campi da golf; vantava due posti a sedere ed era alimentata da otto batterie al piombo a 6 V ed era costruita in plastica.

La sua velocità massima era di 97 km/h, neanche male a dir la verità, mentre la sua autonomia era di circa 64 km (per un confronto: la nuova Citroen Ami raggiunge i 75 km?). Prodotta fra il 1974 e il 1977, al mondo ne sono esistiti 4.444 modelli, declinati anche in diverse varianti.

La SV/36 offriva ad esempio sei batterie da 36 V e un motore da 1,9 kW. In questo caso la velocità massima era di 45 km/h con un'autonomia di 56 km. Poi è arrivata una variante SV/49 con otto batterie da 48 V e un motore da 2,6 kW, per arrivare alla CitiCar "più potente della storia" con motore da 4,5 kW. Il suo prezzo era di circa 3.000 dollari, che all'epoca non erano affatto pochi, il giusto prezzo da pagare però per avere un assaggio di futuro. Tornando ai nostri giorni, vediamo insieme quale Tesla comprare in Italia dopo l'arrivo della Model Y. (Foto cover: Flickr: Steve Jurvetson)

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
2
Altro che Tesla: la prima EV americana è la CitiCar degli anni '70