di

Presentato al mondo a metà novembre 2019, il Tesla Cybertruck è diventato in poche settimane un vero e proprio fenomeno di costume, protagonista di meme, video e quant'altro. Oggi, a giugno 2020, senza neppure essere arrivato sul mercato, è finito in un museo.

Uno dei prototipi realizzati da Elon Musk è infatti arrivato al Petersen Automotive Museum di Los Angeles, dove ha fatto il suo arrivo trionfale. Come si può vedere dai video in pagina, il gigantesco pick-up ha subito attirato l'attenzione di curiosi, addetti ai lavori e giornalisti presenti per l'evento.

Parliamo di un veicolo che ha letteralmente spaccato in due stampa e pubblico per via del suo design futuristico e la sua carrozzeria in acciaio - che avrà non pochi problemi a ottenere l'omologazione in Europa. Nonostante questo, Elon Musk ha aperto le prenotazioni anche nel vecchio continente a poche ore dal debutto, passato alla storia per la penosa scena dei vetri rotti con una palla d'acciaio (sarà anche stata penosa, ma ha fatto parlare del Cybertruck molto più del previsto...).

In Italia la vettura si può prenotare con appena 100 euro di anticipo, ricordiamo inoltre che saranno tre le varianti a disposizione, differenti per potenza e autonomia. Avremo il Cybertruck Single Motor, l'ultimo ad arrivare sul mercato, il Dual Motor e il potente Tri Motor.

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
1