Il Tesla Cybertruck avrà l'andatura a granchio: ecco di cosa si tratta

Il Tesla Cybertruck avrà l'andatura a granchio: ecco di cosa si tratta
di

Oramai non manca molto alla commercializzazione del Tesla Cybertruck, che potrebbe presentarsi al pubblico nella sua versione definitiva entro pochissimi mesi. Salvo sorprese last minute, al momento i dettagli sulle specifiche tecniche sono ben noti, ma non si sa molto di tutto il resto, per cui di tanto in tanto emergono nuove informazioni.

L'ultima notizia sul Cybertruck viene direttamente dal CEO del brand Elon Musk, che ha appena confermato l'implementazione delle quattro ruote sterzanti con sterzata posteriore attiva:"Stiamo aggiungendo le ruote posteriori sterzanti, così potrà muoversi e manovrare nello stretto con grande agilità." Chi segue assiduamente le nostre pagina saprà molto bene si cosa si sta parlando, poiché poco tempo fa il GMC Hummer EV ci mostrò chiaramente la "Modalità Granchio" in azione.

Il video non è tra i migliori per qualità, risoluzione e inquadrature, ma rende benissimo l'idea circa il funzionamento delle quattro ruote sterzanti, le quali permettono al conducente di attuare manovre impossibili per ogni altro modello in circolazione. Immaginate di trovarvi in uno strettissimo parcheggio, o di dover affrontare un tortuoso sentiero costellato dovendo quindi scartare a destra o a sinistra per evadere dalla situazione: in quel caso l'andatura a granchio sarebbe davvero eccezionale.

A ogni modo, per ora non possiamo avere riscontri effettivi sulle dichiarazioni di Musk, che ha parlato di un avvio alla produzione del Cybertruck entro la fine dell'anno in corso (salvo ulteriori rinvii: i problemi alla catena di forniture non sono finiti). Le prime indiscrezioni riportano di un veicolo leggermente più piccolo rispetto a quello presentato alla fine del 2019, lievemente rivisto dal punto di vista estetico e migliorato per quanto concerne le intriganti sospensioni ad aria adattive. Da parte nostra non possiamo far altro che attendere nuove informazioni da fonti ufficiali, ma non nascondiamo un certo interesse verso un modello che potrebbe rivoluzionare il pick-up americano.

A proposito di feature innovative che Tesla implementa sui propri modelli vogliamo chiudere citando un episodio non proprio positivo, poiché non sempre l'efficacia delle funzionalità viene sfruttata benissimo. Alcuni giorni fa la polizia del Winsconsin ha infatti beccato il conducente di una Tesla Model S mentre dormiva all'interno dell'abitacolo in piena autostrada: la vettura viaggiava a 130 km/h con Autopilot attivo.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
4