Taxi: in Russia il riconoscimento facciale si accorgerà dei tassisti stanchi

Taxi: in Russia il riconoscimento facciale si accorgerà dei tassisti stanchi
di

Essere troppo stanchi rende sicuramente difficile e pericolosa la guida, anche per chi è abituato a coprire turni molto lunghi, come i tassisti. Ecco perché in Russia si sta per inaugurare una nuova misura di sicurezza che utilizzerà il riconoscimento facciale per accorgersi di quando un autista è troppo stanco per guidare.

Yandex.Taxi, la più grande compagnia di taxi russa, sta infatti installando dispositivi tecnologici per il riconoscimento facciale all'interno della propria flotta, che saranno montati sul parabrezza dell'auto e includeranno un software in grado di identificare i segni della stanchezza. Se l'autista insomma inizia a chiudere gli occhi più del solito, sbadigliare ed avere una postura più scomposta del solito, il dispositivo se ne accorgerà, e gli imporrà una sosta.

La mossa di Yandex arriva in risposta alla crescente richiesta del Parlamento russo di ridurre gli incidenti stradali. Solo a Mosca ci sono stati 764 incidenti lo scorso anno, che hanno provocato 23 morti.

Già alcune case automobilistiche hanno iniziato ad utilizzare dispositivi come quelli discussi poc'anzi. La Subaru Forester 2019 include ad esempio il DriverFocus, un sistema che monitora ed identifica i segnali della stanchezza di chi è alla guida, e la Cadillac CT6 usa luci ad infrarossi per tracciare la posizione della testa dell'autista.

Speriamo che questo approccio più tecnologico riesca a risolvere il problema e risultare in turni più sopportabili per gli autisti, che con la sicurezza è sempre meglio non scherzare.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
1